Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Agevolazione acquisto prima casa giovani 2023: come funziona

10 Gennaio 2023 | Autore:
Agevolazione acquisto prima casa giovani 2023: come funziona

Prima casa under 36: chi può ottenere i benefici fiscali. 

Anche per il 2023 il Governo ha confermato lo sconto per gli under 36 che acquistano la prima casa. Il beneficio è meglio noto come agevolazione acquisto prima casa under 36. Ne potrà usufruire chi firma il rogito notarile e il mutuo fino al 31 dicembre 2023. Così prevede l’articolo 1, comma 74 legge 197/2022.

Vediamo meglio in cosa consiste questo bonus.

Bonus prima casa per giovani under 36: in cosa consiste?

L’agevolazione prima casa under 36 consente di ottenere:

  • nel caso di compravendita di immobile da privati: l’esenzione da imposte di registro, ipotecaria e catastale. Ricordiamo che, per l’acquisto della prima casa, l’imposta di registro sarebbe altrimenti pari al 2% mentre l’imposta ipotecaria e catastale sono pari a 50 euro ciascuna;
  • nel caso di compravendita da ditta costruttrice o comunque imponibile a Iva: un credito d’imposta in misura pari all’Iva versata (oltre che nell’esenzione da imposte di registro, ipotecaria e catastale, dall’imposta di bollo, dai tributi speciali catastali e dalle tasse ipotecarie). Ricordiamo che, per l’acquisto della prima casa, l’Iva è pari al 4% mentre l’imposta di registro, ipotecaria e catastale sono pari a 200 euro ciascuna;
  • nel caso di mutuo, nell’esenzione dall’imposta sostitutiva.

Il credito d’imposta Iva può essere utilizzato:

  • in diminuzione dalle imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e donazioni dovute sugli atti e sulle denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito;
  • in diminuzione dell’Irpef dovuta in base alla dichiarazione da presentare successivamente alla data dell’acquisto;
  • in compensazione ai sensi del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.

Chi può ottenere l’agevolazione prima casa under 36?

Il bonus prima casa ai giovani è riconosciuto solo a chi: 

  • non ha ancora compiuto il 36° anno di età nell’anno in cui è stipulato il contratto (quindi, nel 2023, i nati dal 1° gennaio 1988 in avanti);
  • ha un Isee non superiore a 40.000 euro annui.

Nel caso di una pluralità di acquirenti / mutuatari, i presupposti per l’agevolazione devono riguardare a ciascun soggetto e quindi l’agevolazione si applica solo a chi abbia i requisiti richiesti; a chi non abbia i requisiti, si applicano le imposte ordinarie (calcolate in base al valore imponibile riferibile a ciascun acquirente/mutuatario).

L’Isee deve essere in corso di validità alla data del rogito e, pertanto, deve essere richiesto mediante la presentazione della relativa dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) in data anteriore o contestuale al contratto.

L’Isee è quello “ordinario” (cioè riferito al reddito complessivo familiare al 31 dicembre del secondo anno antecedente); tuttavia può essere utilizzato anche l’Isee corrente, il quale può essere richiesto dal contribuente, qualora si sia verificata una delle seguenti situazioni:

  • la sospensione, la riduzione o la perdita dell’attività lavorativa;
  • l’interruzione dei trattamenti previdenziali, assistenziali e indennitari;
  • una diminuzione superiore al 25 per cento del reddito familiare complessivo (rispetto all’Isee ordinario);
  • una diminuzione superiore al 20 per cento della situazione patrimoniale (rispetto all’Isee ordinario).

Ulteriori requisiti per ottenere il bonus prima casa under 36 

Così come previsto per il bonus prima casa per qualsiasi altro contribuente (quindi anche con più di 36 anni), per ottenere l’agevolazione è necessario inoltre che:

  • l’immobile acquistato sia adibito a civile abitazione e non sia di lusso (ossia non rientri nelle categorie A/1, A/8 e A/9);
  • l’acquirente non sia titolare, nemmeno col coniuge, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove si trova l’immobile da acquistare;
  • l’acquirente non possegga un altro immobile acquistato con l’agevolazione prima casa in qualsiasi parte d’Italia. In caso contrario, esso deve essere ceduto (venduto o donato) entro un anno dalla data del nuovo acquisto;
  • l’acquirente deve spostare la propria residenza nel Comune ove si trova l’immobile entro 18 mesi dal rogito (salvo ovviamente che non sia già residente in tale luogo).  

Come ottenere l’agevolazione prima casa under 36

Per ottenere il bonus fiscale in commento non è necessario presentare documentazioni. Tutto ciò che l’acquirente deve fare è dichiarare nel rogito notarile che intende avvalersi dell’agevolazione, attestando di avere un valore Isee non superiore a 40.000 euro e di essere in possesso della relativa attestazione in corso di validità o di aver già provveduto a richiederla. Si tratta quindi di una sorta di autodichiarazione. 



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube