Questo sito contribuisce alla audience di
Cronaca | News

Viaggio rovinato dal lockdown? Hai diritto a uno sconto

13 Gennaio 2023 | Autore:
Viaggio rovinato dal lockdown? Hai diritto a uno sconto

Vacanza rovinata dai lockdown? Il viaggiatore ha diritto a uno sconto, essendo prevista una riduzione del prezzo per la non conformità dei servizi forniti.

Quando ora parliamo di lockdown sembra sia passato tantissimo tempo da quanto eravamo chiusi in casa, non avevamo modo né di uscire né di vedere chiunque fosse all’infuori dei nostri conviventi. Eppure è passato poco più di un anno da quando, proprio nel periodo di feste del 2021, un’altra potente ondata ha colpito l’Italia costringendoci a rimanere a casa a Natale e Capodanno, limitando i festeggiamenti. In quei periodi c’era chi aveva già prenotato le vacanze, che ha visto sfumare proprio a causa delle restrizioni dovute al Covid. Ora, a distanza di tempo, la Corte Europea si è espressa sulla possibilità di godere di sconti per chiunque abbia dovuto disdire il proprio viaggio causa lockdown.

Chi ha comprato un pacchetto di viaggio che poi non ha potuto sfruttare appieno a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia di Covid-19 può avere diritto ad una riduzione del prezzo. Lo stabilisce la Corte di Giustizia dell’Ue, in una sentenza riguardante la vicenda di due cittadini tedeschi, che avevano comprato un viaggio a Gran Canaria, con inizio il 13 marzo 2020. A causa della pandemia, le spiagge dell’isola erano chiuse. I due non avevano potuto lasciare la stanza se non per mangiare: era vietato anche tuffarsi in piscina o mettersi al sole su una sedia sdraio, anche il programma di animazione era stato annullato.

Inoltre, il 19 marzo erano dovuti rientrare anticipatamente in Germania, sempre a causa della pandemia. I due avevano quindi chiesto al tour operator uno sconto sul prezzo del pacchetto, dato che non avevano usufruito dei servizi previsti. L’operatore si è rifiutato, sostenendo che si trattava dei rischi della vita. Pertanto, i due clienti gli hanno fatto causa.

Il Tribunale di Monaco di Baviera si è rivolto alla Corte per avere chiarimenti sulla direttiva relativa ai pacchetti turistici, la quale prevede che il viaggiatore ha diritto ad una riduzione del prezzo per il periodo di non conformità dei servizi forniti, a meno che l’organizzatore non dimostri che il difetto di conformità sia da imputare al viaggiatore. Per la Corte di Giustizia dell’Ue, il viaggiatore ha diritto ad una riduzione dei prezzi del pacchetto se i servizi di cui ha usufruito non sono conformi a quanto pattuito, a causa delle restrizioni anti Covid.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube