Diritto e Fisco | Articoli

No al risarcimento per ritardo del treno dovuto all’eccezionale afflusso di passeggeri

18 Febbraio 2012
No al risarcimento per ritardo del treno dovuto all’eccezionale afflusso di passeggeri

No al risarcimento del danno da ritardo del treno se causato da un’eccezionale afflusso di passeggeri.

Non è dovuto alcun risarcimento al viaggiatore che lamenti un danno per via del ritardo del treno se ciò è stato determinato da un eccezionale afflusso di persone sul treno.

Il Tribunale di Prato [1] ha rigettato, sulla base di tale motivazione, il ricorso di un utente di Trenitalia il quale era arrivato a destinazione con oltre due ore di ritardo. A causa del disservizio, il malcapitato non era riuscito ad assistere alla partita di campionato dell’anno, per la quale aveva già pagato profumatamente.

I giudici non gli hanno neanche riconosciuto il diritto al rimborso del biglietto di viaggio. Ciò sulla base di due motivazioni:

– il passeggero non aveva un posto a sedere “prenotato

– il ritardo, dovuto all’eccessivo affollamento del treno – e quindi per consentire ai numerosi passeggeri le manovre di carico e scarico – non costituisce causa imputabile all’azienda di trasporto.



note

[1] Trib. Prato, sent. 18.11.2011 n. 1304.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube