Questo sito contribuisce alla audience di
Cronaca | News

Allarme insulina: l’allerta lanciata dall’Aifa

16 Gennaio 2023 | Autore:
Allarme insulina: l’allerta lanciata dall’Aifa

Aifa ha lanciato un’allerta sull’imminente carenza di due prodotti anti-diabete a base di insulina umana, mentre Farmindustria invita a non fare allarmismi.

Continua a preoccupare la carenza di farmaci di cui ormai da settimane si parla. Si tratta di una mancanza spesso legata direttamente alla fonte, ossia alla produzione dei farmaci stessi, buona parte della quale avviene in paesi come Cina e India, che anche a causa del Coronavirus ha dovuto bloccare o comunque ridimensionare i rifornimenti, in considerazione del maggiore utilizzo dei farmaci. Purtroppo, secondo quanto risportato dall’Aifa, la carenza di farmaci proseguirà con ogni probabilità anche nei prossimi mesi, ma nonostante questo la situazione resta sotto controllo grazie al fatto che nella maggior parte dei casi i farmaci possono essere sostituiti con equivalenti.

Ora l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) allerta sulla imminente carenza di due prodotti anti-diabete a base di insulina umana: si tratta di Insuman rapid* 100 UI/ml soluzione iniettabile in cartuccia, uso intramuscolare e sottocutaneo – che mancherà dal 23 gennaio – e Insuman rapid 100 UI/ml soluzione iniettabile in penna preriempita, uso sottocutaneo – che sarà carente dal 31 gennaio. L’Aifa riferisce inoltre che il ritorno alla normale fornitura è previsto per dicembre 2023, e avverte che «l’interruzione del trattamento con insulina è potenzialmente pericolosa per la vita. Pertanto, è necessaria la sostituzione con formulazioni alternative per evitare l’iperglicemia e gravi complicanze».

Dunque «nessun nuovo paziente dovrà iniziare la terapia» con questo prodotto, mentre «i pazienti già in trattamento dovranno passare ad un medicinale alternativo».

L’Agenzia – nella sua nota informativa – riferisce che la carenza è dovuta a «problemi produttivi occorsi negli ultimi mesi presso un sito di produzione che hanno determinato, temporaneamente, una situazione critica nella fornitura globale» del prodotto.

Nonostante la situazione potenzialmente critica, però, l’invito di Farmindustria è quello di non fare allarmismo. «Non dobbiamo fare allarmismi, ci sono alcune carenze e difficoltà nella distribuzione ma nella gran parte dei casi i farmaci sono sostituibili con gli equivalenti o da alternative con medesima indicazione terapeutica. Quindi, è importante che tutti i cittadini non si spaventino, non si allarmino e non facciano autoprescrizioni dei farmaci ma si riferiscano ai medici e ai farmacisti per l’alternativa al farmaco che manca». Così Marcello Cattani, presidente Farmindustria, ospite di ’24 Mattino’ su Radio24.

«Con l’avvento del Covid la domanda di farmaci è salita in maniera sensibile ed inoltre quest’anno abbiamo in Europa un impatto dell’influenza stagionale molto forte – Ha spiegato Cattani – Ecco che sono carenti: antibiotici, antinfiammatori, diuretici, antidepressivi, neurolettici. Ma c’è una origine storica e strutturale rispetto ad una domanda salita e ad una produzione e distribuzione che fatica – ha evidenziato – Il 75% dei principi attive dei farmaci in Europa è prodotto in India e in Cina, quest’ultima è stata in lockdown e ha rallentato la produzione. Si deve puntare alla rilocalizzazione della produzione in Europa dei principi attivi».



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube