Questo sito contribuisce alla audience di
Cronaca | News

Quanto ha dichiarato Giorgia Meloni nel 2022

23 Gennaio 2023 | Autore:
Quanto ha dichiarato Giorgia Meloni nel 2022

Secondo il 730 consegnato nel 2022, la Premier Giorgia Meloni ha dichiarato poco più di 150mila euro e un solo immobile di proprietà.

Quello di Presidente del Consiglio è uno dei incarichi più difficili da ricoprire: a livello di tempo ed energie richiede un’indescrivibile impiego di risorse. Allo stesso modo, il ruolo dei parlamentari è prezioso ed importante, anche se capita spesso di percepire una distanza quasi incolmabile con chi svolge questo mestiere, anche a causa del divario salariale tra chi vota e chi rappresenta i votanti.

In passato abbiamo già parlato di quanto percepiscono i parlamentari ( leggi Quanto guadagnano i parlamentari?), vediamo oggi quanto percepisce la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Secondo quanto dichiarato dalla Presidente del Consiglio,  parliamo  poco più di 150mila euro. Per l’esattezza, 151mila 915 euro. A tanto ammonta l’imponibile dichiarato al fisco dall’ormai premier Giorgia Meloni secondo il modello 730 consegnato nel 2022 all’Agenzia delle entrate e relativo ai redditi percepiti nel 2021, pubblicato on line sul sito del governo. Nel dettaglio, a fronte di questo imponibile, il reddito complessivo è di 160mila 706 euro.

Secondo quanto riportato nella dichiarazione della situazione patrimoniale 2022 la leader di via della Scrofa è proprietaria di un solo fabbricato, a Roma, ovvero l’appartamento dove vive con la famiglia, il compagno Andrea Giambruno e la figlia Ginevra, tant’è che nella voce «annotazioni» c’è scritto «abitazione». Non possiede nessun altro bene immobile. Niente titolo azionari, obbligazionari o partecipazione societaria. L’attuale presidente del Consiglio non ha indicato lo stato civile, anche se è noto che non è sposata ma che convive con lo storico compagno dal quale ha avuto sua figlia.

In particolare, riguardo ai compensi connessi all’assunzione della carica Meloni (nominata premier il 21 ottobre scorso con decreto del presidente della Repubblica) dichiara «in qualità di presidente del Consiglio, nonché membro della Camera dei deputati, di non percepire alcun compenso dalla presidenza del Consiglio, in base al divieto di cumulo con l’indennità spettante ai parlamentari» ai sensi dell’articolo 3 del decreto legge del 21 maggio 2013, n. 54. La «dichiarazione di rinuncia», si legge ancora sul sito, è datata il 20 gennaio scorso.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube