Questo sito contribuisce alla audience di
Cronaca | News

Bce e tassi: nessuna tregua in vista

24 Gennaio 2023 | Autore:
Bce e tassi: nessuna tregua in vista

Il presidente della Bce ha annunciato che l’intento di aumentare ancora i tassi non appresta a fermarsi essendo l’unico modo per fermare l’inflazione.

L’inflazione in Europa è troppo alta e, per questo motivo, la Bce ha intenzione di continuare a far crescere i tassi per ridurla. A spiegare quali sono gli  obiettivi della Bce è Christine Lagarde intervenendo ieri sera al ricevimento annuale della Deutsche Börse a Eschborn.

«In meno di sei mesi, abbiamo aumentato i tassi di interesse della Bce di 250 punti base, l’aumento più rapido della nostra storia. E abbiamo chiarito che i tassi di interesse della Bce dovranno ancora aumentare in modo significativo a un ritmo costante per raggiungere livelli sufficientemente restrittivi e rimanere a quei livelli per tutto il tempo necessario. In altre parole, manterremo la rotta per garantire il tempestivo ritorno dell’inflazione al nostro obiettivo» ha affermato il presidente della Bce. L’inflazione in Europa, rileva il presidente della Bce, «è troppo alta, in parte a causa della nostra vulnerabilità al cambiamento della geopolitica dell’energia. Il disaccoppiamento dalla Russia lo scorso anno ha spinto l’inflazione energetica nell’area dell’euro a livelli straordinari. Ma mentre l’inflazione energetica è recentemente diminuita, l’inflazione di fondo continua a salire. Di conseguenza, è fondamentale che i tassi di inflazione superiori all’obiettivo del 2% della Bce non si consolidino nell’economia. Dobbiamo ridurre l’inflazione. E raggiungeremo questo obiettivo».

«L’ingiustificabile invasione russa dell’Ucraina ha riportato la sicurezza degli approvvigionamenti in cima all’agenda di tutte le principali economie, in particolare per l’energia. E a lungo termine, è probabile che acceleri la transizione globale verso la produzione di energia pulita come un modo per aumentare la sicurezza climatica ed energetica». Ad affermarlo è il presidente della Bce, Christine Lagarde intervenendo ieri sera al ricevimento annuale della Deutsche Börse a Eschborn.

«Il completamento dell’Unione europea dei mercati dei capitali sarà fondamentale per finanziare le transizioni verde e digitale». Ad affermarlo è Lagarde, che ha anche sottolineato come «la piena e rapida attuazione dell’ambizioso piano d’azione della Commissione per l’Unione dei mercati dei capitali sarà fondamentale».



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube