Business | Articoli

Bilancio delle società: quando è possibile rinviarne l’approvazione

28 Marzo 2013 | Autore:
Bilancio delle società: quando è possibile rinviarne l’approvazione

Lo statuto di una società può prevedere che venga approvato il bilancio dopo i 120 giorni prescritti dal codice civile, ma solo in determinate circostanze.

 

Tra pochi giorni le società dovranno approvare i propri bilanci. Infatti, il codice civile [1] stabilisce che l’assemblea dei soci venga convocata per discutere e deliberare l’approvazione del bilancio entro il termine ordinario stabilito dallo statuto, termine che non deve essere superiore a 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio che solitamente è il 31 dicembre.

Solo in determinate circostanze, gli statuti possono attribuire agli amministratori un termine maggiore, non superiore a 180 giorni, per la convocazione dell’assemblea che vada ad approvare il bilancio.

Una prima ipotesi riguarda le società tenute alla redazione del bilancio consolidato (ossia quelle società che controllano altri soggetti giuridici) [2].

In assenza di bilancio consolidato, il rinvio dell’approvazione del bilancio può essere dettato solo se vi siano particolari esigenze connesse con l’organizzazione della società o alla modalità dello svolgimento dell’attività aziendale.

Vediamo alcuni esempi:

– società holding non obbligate al bilancio consolidato che però hanno la necessità di verificare i risultati di gestione delle loro partecipate;

– imprese di costruzione che hanno numerosi cantieri e hanno la necessità di acquisire i dati gestionali e tecnici dei lavori in corso;

– società con numerose sedi operative distaccate e autonome;

– nei casi di riorganizzazione aziendale, o nell’ipotesi di fusioni o conferimenti di azienda;

– società che hanno adottato il sistema di tassazione consolidata [3].

Il mancato rispetto dei termini per l’approvazione non determina l’illegittimità della delibera che approva il bilancio di esercizio, tuttavia, in alcune ipotesi, può essere causa per promuovere un’azione di responsabilità nei confronti di chi è tenuto alla convocazione dell’assemblea.

È consigliabile pertanto che, in caso di rinvio del termine, gli amministratori manifestino le ragioni della dilazione nella relazione da allegare al bilancio.


note

[1] Art. 2364 cod. civ.

[2] Art. 25 del D.lgs. 127 del 09 aprile 1991.

[3] Art. 117 e ss. del TUIR.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube