Questo sito contribuisce alla audience di
Politica | Articoli

Cosa prevede la legge marziale in Ucraina?

24 Febbraio 2023 | Autore:
Cosa prevede la legge marziale in Ucraina?

Oltre ai provvedimenti restrittivi attuati da Putin nei territori annessi, sono in vigore anche quelli decisi dal presidente Zelensky. Ecco quali sono.

Dal giorno dell’invasione russa, il 24 febbraio 2022, in Ucraina è in vigore la legge marziale. Voluto inizialmente per 30 giorni dal presidente Volodymyr Zelensky, il provvedimento che annulla i principali diritti civili per via della guerra è stato più volte prorogato dal Parlamento di Kiev. Parallelamente, dopo il referendum dell’ottobre 2022, anche il capo del Cremlino, Vladimir Putin, ha imposto la stessa legge nelle quattro regioni ucraine annesse in forma unilaterale alla Russia. Cosa prevede la legge marziale in Ucraina?

Il decreto firmato il giorno dell’invasione da Zelensky ha messo nelle mani del comando militare, del ministero degli Affari interni e di atri organi esecutivi locali tutti i poteri che riguardano:

  • la difesa del Paese;
  • la sicurezza pubblica;
  • gli interessi statali.

Con la legge marziale, il potere giudiziario è di competenza dei tribunali militari, con la sospensione di buona parte delle leggi ordinarie. Viene limitata la durata dei processi e si prescrivono sanzioni più severe.

Come ogni volta che viene imposta una legge marziale, la popolazione subisce importanti restrizioni. In particolare:

  • limitazioni sull’uso dei mezzi di trasporto e sulla libertà di circolazione;
  • divieto di sciopero;
  • coprifuoco.

Inoltre, lo Stato ucraino è legittimato a reclutare i cittadini per rafforzare la difesa del Paese.

Il decreto impone anche al ministro degli Affari esteri ucraino di informare il segretario generale delle Nazioni Unite ed i funzionari esteri sulle limitazioni dei diritti umani e civili e delle libertà, motivando tali restrizioni.

La legge marziale era già stata introdotta in Ucraina per 30 giorni nel 2018, dopo il sequestro da parte della Russia di tre navi della Marina militare di Kiev tra il Mar d’Azov e il Mar Nero.

Ispirata al dio romano della guerra Marte, la legge marziale è un sistema di governo che viene adottato normalmente nei Paesi in guerra o in cui ci sono delle esigenze eccezionali di ordine pubblico. Ogni Stato può adottare la legge marziale che più ritiene opportuno.

Come accennato all’inizio, in Ucraina, oltre alla legge marziale voluta dal presidente Zelensky, è in vigore quella imposta da Putin nelle quattro regioni ucraine che il Cremlino ha deciso di annettere con il referendum dell’autunno 2022, cioè i territori di:

  • Kershon;
  • Zaporizhzia;
  • Donetsk;
  • Lugansk.

La legge marziale, però, può essere estesa a qualsiasi territorio della Federazione russa (compresa la città di Mosca) se Putin lo riterrà necessario.

Secondo questo sistema, nei territori interessati è possibile attuare:

  • trasferimenti forzati dei cittadini;
  • limitazioni agi spostamenti in entrata e in uscita del Paese e delle quattro regioni;
  • mobilitazione della popolazione totale o parziale;
  • reclutamento di cittadini;
  • concessione di maggiori poteri ai governatori;
  • censura militare di spedizioni e messaggi;
  • controllo delle conversazioni telefoniche;
  • fermo di veicoli e cittadini per un massimo di 30 giorni;
  • rafforzamento della tutela dell’ordine pubblico e delle strutture militari, statali e speciali;
  • coprifuoco;
  • uso dei media per esigenze di difesa;
  • perquisizioni personali dei cittadini, dei loro effetti personali, delle loro abitazioni e dei loro veicoli;
  • sequestro di immobili per esigenze di difesa con il pagamento del loro valore.


Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube