Diritto e Fisco | Articoli

Licenziamento del dipendente se non comunica subito la malattia al datore

14 Febbraio 2012
Licenziamento del dipendente se non comunica subito la malattia al datore

Il dipendente deve comunicare subito al datore l’assenza dal posto di lavoro per la malttia non grave.

Non ogni patologia consente al lavoratore “in malattia” di invocare lo stato di necessità per esimersi dall’inviare, al datore di lavoro, il certificato medico; quando infatti essa non è particolarmente grave, il dipendente ha l’obbligo di comunicare subito l’assenza dal posto di lavoro. Diversamente, è legittimo il licenziamento disciplinare in caso di reiterata inottemperanza a tale obbligo.

È quanto recentemente stabilito dal TAR Lazio [1]. I giudici hanno ritenuto che anche le malattie serie, se non costituiscono un effettivo ostacolo agli oneri di comunicazione della assenza, non possono essere invocati dal dipendente come una scusante.

.



note

[1] TAR Lazio sent. n. 9940/11 depositata il 20.12.2011.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube