Diritto e Fisco | Articoli

Eternite: condanna storica e risarcimenti per le migliaia di vittime

14 Febbraio 2012 | Autore:
Eternite: condanna storica e risarcimenti per le migliaia di vittime

È finalmente finito, a Torino, il processo contro i dirigenti della Eternite, l’azienda di Casale Monferrato che produceva amianto: le famiglie dei 1.830 morti avranno un risarcimento di 95 milioni.

16 anni di carcere e 95 milioni di euro per disastro doloso e omissione dolosa di misure antinfortunistiche: sono queste le condanne inflitte, col primo grado di giudizio, al barone belga Louis De Cartier e al magnate svizzero Stephan Schmidheiny, proprietari della “Eternite”, multinazionale dell’amianto.

Il ministro della salute, Renato Balduzzini, definisce quella del Tribunale torinese una “sentenza storica”. Ma non sarà il carcere – che i due colpevoli mai sconteranno – a rendere giustizia ai pochi superstiti e alle famiglie degli scomparsi. Né saranno i 95 milioni di euro concessi, per il momento, a solo titolo di provvisionale (salvo, dunque, il maggior danno da dimostrarsi in sede di processo civile). È invece il riconoscimento, anche da parte della magistratura, che il diritto sacrosanto alla vita dei lavoratori è stato calpestato in nome del business.

Il primo caso di morte per mesotelioma si è avuto nel 1953. Ad oggi, invece, sono quasi duemila i morti accertati per causa delle polveri dell’amianto, respirate dentro e fuori lo stabilimento piemontese “Eternite”.

Molti bambini si sono ammalati per quell’ora al giorno che trascorrevano in fabbrica, portando il pranzo ai genitori che vi lavoravano.

La fibra killer, che nel 1992 è stata messa al bando, fa tutt’oggi ammalare oltre tremila persone all’anno e poco meno della metà di queste muore di mesotelioma.

Nel nostro Paese ci sono ancora 30/40 milioni di tonnellate di materiali contenenti amianto (tettoie, grondaie, magazzini, ecc.). Le stime effettuate sul territorio nazionale parlano di circa 27.000 siti, ma Sicilia e Calabria non hanno ancora presentato le loro mappature.

La foto del presente articolo è un’opera artistica di Dantemanuele De Santis, DS Photostudio, ©. Ogni riproduzione riservata.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube