Diritto e Fisco | Articoli

Vietato acquisire i clienti altrui pagando al loro posto la penale del recesso

14 Febbraio 2012
Vietato acquisire i clienti altrui pagando al loro posto la penale del recesso

E’ concorrenza sleale accaparrarsi i clienti di altre aziende pagando al loro posto la penale per l’annullamento del precedente contratto.

Pratica assai diffusa quella di studiare le condotte delle imprese concorrenti per accaparrarsi la clientela; meno lecito è, tuttavia, sedurre gli altrui clienti promettendo di pagare per loro le penali dovute nel caso di annullamento dei contratti già in essere con le aziende rivali.

La Cassazione [1] ha così riconosciuto il risarcimento a un’impresa vittima delle condotte dolose di due ex dipendenti che, per rubare i clienti della concorrenza, si facevano carico di tutti gli oneri contrattuali da questi dovuti per risolvere gli impegni negoziali assunti in precedenza.

Qualcosa del genere, prima della condanna dell’antitrust, la facevano, di nascosto, anche le compagnie telefoniche che, pur di spingere a passare al nuovo operatore, promettevano dei “premi” corrispondenti alle penali dovute dal consumatore al precedente gestore per il recesso.


note

[1] Cass. sent. n. 2060/2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube