Diritto e Fisco | Articoli

Mantenere la ex moglie anche se rifiuta il posto di lavoro?

14 Ottobre 2011
Mantenere la ex moglie anche se rifiuta il posto di lavoro?

L’assegno di mantenimento va corrisposto anche se l’ex moglie rifiuta un nuovo posto di lavoro perchè “inadatto”.

La Cassazione ha chiarito [1]  che, se la ex moglie separata rifiuta uno o più posti di lavoro che ritiene poco adatti, l’ex marito deve continuare a mantenerla.

Si ricorda che il diritto a ottenere l’assegno divorzile sussiste ogni volta che il beneficiario non abbia mezzi adeguati per sostenersi autonomamente o sia impossibilitato a procurarseli per ragioni oggettive.

L’interpretazione di tali “ragione oggettive” varia a seconda del giudizio sul caso concreto; ecco perché in questa materia vi sono decisioni contrastanti dei Tribunali.

Vicenda

I giudici hanno ha respinto il ricorso presentato da un ex marito intenzionato ad annullare l’assegno divorzile per la sua ex che aveva detto no ad un’offerta lavorativa preferendo tornare all’università.

Nella fattispecie, la donna aveva rifiutato un posto da segretaria adducendo che lo stesso era lontano da casa e si era ritenuta inadatta al tipo di mansioni offerte.

L’ex marito aveva fatto presente che lei pur essendo iscritta alla facoltà di medicina, “non aveva dato prova di avere sostenuto alcun esame”, evidenziando così di non avere interesse a predisporre una situazione in cui potesse maturare per lei “una possibilità di attività lavorativa”.

Sebbene la lontananza dal posto di lavoro potrebbe rendere lo stesso a volte antieconomico, sembra che dichiararsi “inadatti” al posto di segretaria, pur in assenza di titoli, possa considerarsi un motivo del tutto ingiustificato.

 


note

[1] Cass. sent. n. 22504/2010


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube