Business | Articoli

Mensa scolastica: costo detraibile

29 Marzo 2016
Mensa scolastica: costo detraibile

Costi mensa detraibili da 730 e Unico. Ecco il codice, il rigo relativo e le regole di cumulabilità, un modello per richiedere la certificazione del pagamento.

La spesa per la mensa è detraibile tra i costi di istruzione all’interno della propria dichiarazione dei redditi se i figli sono a carico.

Questa una delle novità della finanziaria 2016, che ha visto l’introduzione della detraibilità della spesa per la mensa dei propri figli, sia per quanto riguarda il servizio scolastico primario sia per il secondario.

La normativa è contenuta nel decreto “La Buona Scuola[1] e non prevede distinzione tra la scuola pubblica e la scuola privata.

Vediamo con ordine come si fa a dimostrare che il pagamento è stato effettuato e soprattutto dove inserire i codici – e quali codici – all’interno del modello 730.

Spesa mensa: quanto si può detrarre dal 730?

I costi detraibili relativamente alla mensa dei propri figli sono variabili in ragione del costo sostenuto e della suddivisione dei figli a carico tra sé e il coniuge. In ogni caso le spese detraibili non possono superare i 400 euro annui per alunno, per un totale che in percentuale non può essere superiore al 19% del costo.

Per un esempio di calcolo, consulta il nostro approfondimento

Quali costi sono detraibili per l’istruzione dei figli?

La circolare n. 3/E del 2 marzo scorso dell’Agenzia delle entrate ha confermato che i costi detraibili in materia di istruzione sono:

  • frequenza corsi di istruzione universitaria, in misura uguale alle tasse e ai contributi delle università statali
  • contributi volontari intesi come erogazioni liberali finalizzati all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica o all’ampliamento dell’offerta formativa, per un massimo del 19%
  • spese per la frequenza delle scuole dell’infanzia del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado per una detrazione del 19% al massimo per 400 euro a studente. Tali costi comprendono i costi di mensa.

Come si inserisce la spesa mensa nel 730?

La spesa per la mensa può essere inserita all’interno del 730 con il codice 12 da indicare nei righi da E8 a E12 del nuovo modulo 2016.

Si tenga presente che come stabilito dalle istruzioni alla compilazione previste dall’Agenzia, queste detrazioni non sono cumulabili con quelle previste per le erogazioni liberali [2] (queste ultime da indicare con il codice 31).

Come si inserisce la spesa mensa nell’Unico 2016?

All’interno del modulo Unico 2016 i costi della mensa vanno indicati con il codice 12, all’interno delle righe da R8 a R14. Anche in questo caso l’importo annuo massimo non può superare i 400 euro per alunno e non può essere cumulato con le erogazioni liberali (da indicare invece con il codice 31 anche nel caso dell’Unico).

Per i dettagli relativi alla detrazione, consulta il nostro aggiornamento Detrazioni spese per la mensa scolastica: ecco come fare.

Come dimostrare il pagamento della mensa per la dichiarazione nell’Unico o nel 730?

Certificare il pagamento effettuato non è certamente semplice.

Vanno certamente conservate le copie delle ricevute di pagamento, cercando possibilmente di tracciarlo. Dunque conservate i bonifici o i bollettini.

Si deve poi richiedere il rilascio da parte della scuola dell’attestazione di pagamento delle rette. Ciò può essere richiesto in segreteria. E’ prevista l’apposizione di una marca da bollo da 2 euro se l’importo supera 77,46 euro. Siccome l’art. 1199 del cod. civ. stabilisce che benché la responsabilità nel pagamento delle imposte di bollo sia solidale, il costo compete al debitore, conviene premunirsi di marca da bollo onde evitare viaggi multipli presso gli uffici scolastici. Qualora aveste bisogno di un modello di ricevuta, in calce alla pagina trovate un format che inseriamo a titolo esemplificativo.


Modello di certificazione delle spese di istruzione sostenute

(Costi a carico della famiglia)

Con la presente attestazione, questa Istituzione scolastica, nella persona del/la Sig./ra__________________________nella qualità di DS/DSGA/Responsabile Amministrativo dell’Istituto __________________________ CF________________________, sito in _____________________ alla via________________________CAP___________.

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 15 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 e successive modificazioni e integrazioni,

CERTIFICA:

che per l’anno 2015, con riferimento alla frequenza dell’alunno/studente ______________________________________________________ nato a ______________________ il ___/____/_____ e residente a _________________________________ in via _________________________________________ cap___________, CF_________________________

sono state pagate a questo Istituto n. _______ rette di frequenza per complessive € _______________ (diconsi_________________________);

sono state pagate inoltre n. _______rette per costi mensa (contributo a carico della famiglia) per un importo complessivo di € ____________ (diconsi:_____________________________)

Si rilascia la presente dichiarazione per tutti gli usi consentiti dalla legge.

___________, lì __/__/_____

Il Responsabile


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

28 Commenti

  1. Se la retta per la mensa scolastica viene pagata al comune e non alla scuola, in quanto è il comune che gestisce il servizio mensa, la spesa è ugualmente detraibile?
    Basta documentarla con i bollettini postali pagati nel 2015 al Comune?

  2. Se il casolino non rilascia nessuna ricevuta, e i buoni mensa vengono pagati in contanti? Come faccio a detrarli

  3. come attestazione del pagamento delle quote contributive per REFEZIONE SCOLASTICA
    puo’ andar bene la situazione pagamenti estratta dal portale del comune di roma ?
    o bisogna necessariamente far fare la dichiarazione alla scuola?

  4. Sse non ho conservato le ricevute di pagamento in banca verso il comune. posso comunque presentare la domanda e indicare la spesa nel 730? Grazie.

  5. La marca da bollo da 2 euro va consegnata all’ente certificatore (ad esempio il Comune che gestisce il servizio mensa) in caso di importo superiore ad euro 77,46.
    Ma l’importo si riferisce alla somma relativa ai costi della mensa sostenuti nel 2015 oppure alla somma detraibile nel 730 ?
    Grazie.

  6. Fa fede la data di pagamento o il periodo al quale è riferito?? Esempio. Pagamento al 31/01/16 dei mesi settembre ottobre novembre 2015 si possono portare in detrazione perché relativi all anno 2015 oppure no in quanto il pagamento è avvenuto nell anno in corso? Grazie

  7. PER OGNI ONERE DETRAIBILE VALE LA DATA DI PAGAMENTO, NON QUELLA DEI MESI SCADUTI CHE SI PAGANO (QUINDI OTT-NOV-DIC PAGATI A GENNAIO 2016 ANDRANNO NELLA DICHIARAZIONE DELL’ANNO 2016, CIOE’ IL PROSSIMO)

  8. Buona sera, avendo due figli per i quali chiedere la detrazione delle spese mensa, dovrò compilare due richi del quadro E indicando su entrambi il codice spesa 12. Nel caso specifico, avendo pagato nel 2015, 591 euro per una figlia e 222 per l’altra, dovro indicare 400 e 222? Vi ringrazio anticiparamente per la risposta.

  9. Buongiorno,
    l’azienda che fa servizio mensa presso la scuola frequentata da mio figlio, vende i buoni pasto tramite una banca che rilascia, al momento della consegna dei blocchetti buoni-pasto, copia del bonifico indicando i dati del bambino. Il beneficiario è il Comitato Genitori, che poi verserà la cifra alla Ristorazione. Si può detrarre la spesa? ci sono altri documenti da produrre? Grazie per la risposta.

  10. Salve.
    Stesso problema del Sig. Livio S. Ho due figli e inserendo nel quadro E8 ed E9 le due cifre spese con codice 12 la modifica del 730 non mi viene accettata, se unisco le spese sarà una deduzione per un solo figlio fino a 400€?

  11. Buongiorno e grazie per il cenno di riscontro dal quale, tuttavia, non ho ricevuto alcun elemento utile. Dalla recente circolare dell’AdE non mi sembra di scorgere la soluzione circa l’inserimento su mod. 730 della mensa scolastica nel caso si abbiano due figli. Quindi tralasciando le circolari, mi chiededo se qualcuno ha sperimentato come, nella pratica, debbano essere rappresentate le spese mensa per duo o più figli. Grazie e cordiali saluti

  12. Buongiorno , se le fatture del servizio mensa e la dichiarazione di avvenuto pagamento emessa dal comune sono intestate ad un coniuge a carico , posso detrarre queste spese? Grazie.

  13. salve, il borsellino elettronico è intestato a mia moglie (che è a mio carico) ed io non potrei detrarmi il 19% dei 400,00? mi sembra un controsenso visto che pago tutto io.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube