Diritto e Fisco | Articoli

Viola il diritto d’autore chi installa un software originale su più computer

15 Febbraio 2012 | Autore:
Viola il diritto d’autore chi installa un software originale su più computer

Software: necessaria lal licenza per ogni installazione su computer diverso altrimenti si viola il copyright.

Violazione del copyright: tale è la condotta dell’imprenditore che compra un software originale, ma con una sola licenza, e poi lo installa su tutte le macchine aziendali.

La Cassazione [1] è stata rigida nei confronti di un imprenditore che aveva acquistato nove software della Microsoft e di ciascun originale ne aveva fatto plurime copie che aveva poi installato su tutti i computer aziendali. A nulla è valsa la difesa che aveva sostenuto si trattasse di copie di backup.

La condotta sanzionata dalla legge sul diritto d’autore [2] consiste dunque nella illecita duplicazione di programmi per computer al fine di essere utilizzati su plurimi apparecchi. Per essa scattano quattro mesi di reclusione e mille euro di multa.


note

[1] Cass. sent. n. 5879 del 15.02.2012.

[2] Art. 71-bis, comma primo, legge 22 aprile 1941 n. 633.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube