Diritto e Fisco | Articoli

Prenotazione e pagamento biglietti aerei su internet: prezzo in chiaro

16 Gennaio 2015


Prenotazione e pagamento biglietti aerei su internet: prezzo in chiaro

> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 Gennaio 2015



Aeroporti da e per l’Europa: la Corte di Giustizia impone l’obbligo di indicare con precisione il prezzo complessivo della transazione su internet.

Basta con le sorpresine dell’ultimo momento quando, cliccato ormai il pulsante d’acquisto su internet, parte la prenotazione del biglietto aereo e la banca comunica che l’addebito è superiore rispetto al prezzo indicato sul sito. Bastano pochi euro di differenza per costituire un illecito ai danni del consumatore.

A dirlo è la Corte di Giustizia dell’U.E. che, da oggi (ma il principio era già stato ribadito, in passato, anche con riferimento ad altri settori commerciali) obbliga tutte le compagnie aeree, in partenza da aeroporti europei, a indicare, nel proprio sito internet, sin dall’inizio della procedura di prenotazione, il prezzo finale del biglietto. Il che avrà la funzione non solo di tutelare la scelta consapevole del consumatore, ma anche quella di garantire una corretta concorrenza tra le aziende di trasporto.

Nell’ipotesi in cui, poi, all’interno di un sito, vengano messe a confronto diverse possibilità di viaggio di svariate compagnie, per ognuna di esse andrà esposto il prezzo finale. In tal caso, il prezzo finale da pagare – concludono i giudici comunitari – deve essere precisato a ogni indicazione dei prezzi dei servizi aerei. E ciò vale non solo per il servizio aereo selezionato dal cliente, ma per ogni servizio aereo di cui sia esposta la tariffa: bisogna infatti garantire che i clienti possano operare un raffronto effettivo dei prezzi dei biglietti praticati dai vari vettori.

Ed ancora – ricordando precedenti puntualizzazioni della giurisprudenza – il sito non potrà prevedere la preselezione di servizi aggiuntivi come l’assicurazione o il viaggio di ritorno. Al cliente bisogna fornire l’opzione base e sarà poi questi a scegliere se aggiungere al pacchetto altri servizi.

note

[1] C. Giust. UE causa C-573/13.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI