Diritto e Fisco | Articoli

Multe: l’autovelox fisso va ben segnalato. Ma nel rispetto dell’ambiente

18 gennaio 2015


Multe: l’autovelox fisso va ben segnalato. Ma nel rispetto dell’ambiente

> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 gennaio 2015



I cartelli stradali che anticipano le postazioni di controllo devono rispettare l’ambiente circostante e vanno realizzati e collocati in modo da essere facilmente avvistabili e riconoscibili.

I cartelli che annunciano la postazione fissa di autovelox devono essere ben visibili. Se tale obbligo non viene rispettato, la multa è nulla. A confermarlo (ancora una volta) è la Cassazione con una recente ordinanza [1].

Il codice della strada [2] stabilisce che le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all’impiego di cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi, conformemente alle norme stabilite nel regolamento di esecuzione del presente codice: modalità di impiego che sono stabilite con decreto del ministro dei Trasporti di concerto con il ministro dell’Interno.

Nella sentenza in commento si ricorda comunque che la segnaletica d’indicazione degli autovelox deve essere tale da non stravolgere la natura attorno: essa, in ogni caso – si legge nelle parole della Suprema Corte – deve rispettare l’ambiente circostante e va comunque realizzata e collocata in modo da essere facilmente avvistabile e riconoscibile. Insomma, l’amministrazione deve contemperare i due interessi: da un lato quello dell’utenza stradale ad essere correttamente informata, dall’altro quello della tutela del paesaggio.

Chi, incappato in una multa per eccesso di velocità, rilevata a mezzo di autovelox, ritenga che tali prescrizioni non siano state rispettate dal proprietario della strada, dovrà procurarsi le prove di quanto afferma: prove che non potranno che essere fotografiche (uniche in grado di documentare tali affermazioni) e presentarle al giudice, eventualmente avvalorate da testimoni.

note

[1] Cass. ord. n. 707/15 del 16.01.2015.

[2] Art. 142 comma 6-bis Cod. str.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. Credo che oltre al cartello che segnala la presenza degli Autovelox debba, almeno 100 mt prima, essere posizionato un cartello che indichi il limite massimo di velocità consentita in quel tratto. In certe strade, la cartellonistica dei limiti di velocità è molto altalenante. In brevissimi tratti può variare numerose volte.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI