Tech | News

Google parte alla conquista dello spazio investendo 10 miliardi di dollari

20 Gennaio 2015 | Autore:
Google parte alla conquista dello spazio investendo 10 miliardi di dollari

Il re dei motori di ricerca sarebbe pronto a investire 10 miliardi di dollari per portare la connessione Internet in tutto il Mondo attraverso una rete di centinaia di satelliti

 

Google non è solo il più grande motore di ricerca, ma tra i suoi prodotti vanta lo sviluppo della piattaforma Android, il servizio di posta elettronica Gmail e tanti altri servizi Web. Secondo alcune indiscrezioni circolate in Rete in queste ore, BigG sarebbe ora intenzionata a investire ben 10 miliardi di dollari in SpaceX.

SpaceX è una compagnia americana a capitale privato, guidata da Elon Musk, CEO di Tesla, che sta sviluppando progetti per viaggiare nello spazio. L’interesse di Google per SpaceX, però, non sarebbe per i viaggi spaziali, ma per la realizzazione di una rete di microsatelliti in grado di portare la connessione a Internet in tutto il Mondo.

In questo senso l’interesse di Google sarebbe più che comprensibile, visto che tutti i suoi servizi sono basati sul Web. Più sono le persone che si connettono a Internet e più aumentano le entrate per BigG. Già da tempo il colosso delle ricerche ha avviato Project Loon, un progetto per portare la connessione a Internet a basso costo in aree remote sfruttando una serie di mongolfiere.

La partnership con SpaceX dovrebbe portare a realizzare circa 700 piccoli satelliti da mandare in orbita per portare la connessione a Internet anche nelle aree più remote e quelle in via di sviluppo del Pianeta. Google non è l’unica impegnata in progetti simili: anche Richard Branson e Mark Zuckerberg hanno mostrato interesse per lo spazio. Per ora, comunque, non ci sono comunicati ufficiali da parte di Google e SpaceX.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube