Diritto e Fisco | Articoli

Inps: contributo di 1200 euro a chi assiste un familiare

25 Gennaio 2015
Inps: contributo di 1200 euro a chi assiste un familiare

Bonus mensile: pubblicato il bando per Home care premium. Non sono previsti limiti di reddito per presentare l’istanza.

Se hai un familiare anziano non autosufficiente, che ha bisogno della tua assistenza, o un parente portatore di handicap, possiedi i requisiti per chiedere all’Inps il nuovo generosissimo contributo di 1.200 euro al mese.

Si chiama Home care premium e, in verità, è un vero e proprio premio, con tanto di bando di concorso pubblicato dall’Istituto Nazionale di Previdenza, che viene erogato a chi si prende cura, assiste e supporta a domicilio un familiare in stato di difficoltà, ed è indirizzato ai dipendenti e pensionati pubblici, utenti dell’INPS che gestisce i Dipendenti Pubblici per effetto del Decreto Ministeriale numero 45/078, e qualora i soggetti in questione siano ancora in vita, i coniugi che convivono e congiunti di primo grado. Possono richiedere il bonus anche i minori disabili figli di dipendenti pubblici o pensionati deceduti.

A differenza di tanti altri bandi simili, questo non prevede alcun requisito di reddito: pertanto l’istanza potrà essere presentata da chiunque, sebbene ad essa andrà comunque allegato il modello ISEE. All’atto dell’aggiudicazione del bonus, l’Inps si riserva la possibilità di scegliere la misura del contributo tra un minimo di 400 euro al mese e un massimo di 1.200.

Il contributi, che al momento è previsto solo in via sperimentale, potrà essere richiesto fino a novembre 2015.

Per richiedere il bonus ma anche i servizi socioassistenziali si deve presentare una istanza nel mese di maggio del 2015, presentando gli appositi modelli a mano oppure online.

Domanda e bando si scaricano sul sito dell’Inps, alle voce “Home care premium”. Come già detto, è necessaria anche la presentazione del modello ISEE. La persona non autosufficiente (disabile o anziano) deve fare richiesta di iscrizione quale componente familiare all’interno della banca dati del dipendente pubblico o del pensionato INPDAP.

Per scaricare una guida illustrativa sul bonus, messa a disposizione da “laleggepertutti”, clicca qui “Home care premium”.

Maggiori approfondimenti qui: “Home care premium: avviso dell’Inps per l’assegno a chi accudisce familiari non autosufficienti

note

Autore immagine: 123rf com


75 Commenti

  1. una bella vergogna…perchè solo i dipendenti pubblici?…io lavoro in privato e se dovessi farlo dovrei licenziarmi…faccio fatica già a rimanere a casa per curarmi con la chemio…perchè nessuno mi sostituisce…e poi cosa c’entra il bonus di 80 €…che praticamente non lo prende quasi nessuno perchè come superi il reddito anche di un solo €…ma che si vergognino tutti…

  2. L’INPDAP, CON IL SUO CARICO DI DEBITI E’ CONFLUITA NELL’INPS – CHE PAGHIAMO TUTTI NOI – NON SOLO I DIPENDENTI DEL PUBBLICO IMPIEGO.
    LA LEGGE NON E’ UGUALE PER TUTTI

  3. a mio avviso i piu forti economicamente devono e possono aiutare chi veramente e alla canna del gas non e un proplema di pubblici e privati perche ricordatevi tutti il sazio non puo’ concepire il digiuno e non so se mi sono spiegato

  4. Penso che si tratti di una norma ingiusta perchè discrimina la categoria della disabilità grave per il solo fatto che gli aventi diritto al contributo siano dipendenti o pensionati pubblici.

  5. Ecco dove cazzo vanno a finire i nostri soldi: NOSTRI!!!
    O è per tutti un bonus simile, rispetto però al reddito, o per nessuno ché ci sono famiglie di non dipendenti e pensionati al minimo alle quali non solo l’INPS ma lo Stato dovrebbe garantire assistenza e vita dignitosa.
    Questa è istigazione alla guerra sociale, altro che storie!

  6. fate vomitare!!! vermi schifosi!!! come al solito ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B.. I dipendenti pubblici hanno già un lavoro e qualche soldino a casa lo portano!!! io vado affare le pulizie per mantenere me e i miei figli e , per divertimento, assisto i miei genitori entrambi disabili .. VERGOGNATEVI!!!! SCHIFOSI!!!!!

  7. QUESTO SAREBBE UN OTTIMO INIZIO MA ANDREBBE ESTESO ANCHE A QUELLE FAMIGLIE CHE HANNO DISABILI E ANZIANI A CARICO PUR NON ESSENDO DIPENDENTI PUBBLICI TROVO SIA UNA COSA ASSURDA DITEMI CHE DIFFERENZA PASSA TRA UN ANZIANO GENITORE DI UN DIPENDENTE PUBBLICO E UN ANZIANO DIU PRIVATO SEMPRE DI PERSONE DISAGIATE SI PARLA COME AL SOLITO LE LEGGI VENGONO FATTE A META SERIA A SERIE B FANTASTICO

  8. Figli e figliastri di un governo fetente.Io ho mio padre invalido al 100%,sono attualmente disoccupato e mi prendo cura di lui,ma non mi spetta nessun aiuto del genere perché non sono un dipendente pubblico…La solita cagata italiana,what else?

  9. sono interessata a questo argomento: ho cliccato al link da voi indicato (“Home care premium”) per avere informazioni, ma rimanda al bando dell’anno scorso: è possibile accedere a quello nuovo?
    grazie.

  10. al sig volpe rispondo ma quali soldi vostri ….la maggior parte di voi dipendenti pubblici gia lo stipendio che percepite lo rubate letteralmente e comunque esce dalle tasche di tutti noi…..vergognati classista

  11. disabili di serie a e disabili di serie b. non solo hanno uno stipendio assicurato… anche il bonus. sapeste quanto è diffile fare un lavoro autonomo e avere a casa una persona bisognosa di cure! non c’è limite alla stupidità e all’ignoranza di chi ci governa.

  12. non so che differenza passi tra un invalido civile INDAP e uno IMPS? ditemi che differenza c’è???? io accudisco mia madre invalida 100% quasi 91 enne allettata senza alcun aiuto con un ise basso riceve accompagnamento 470 euro che servono per medicine io invalida al 75% qui a Milano fanno accumulo e si percepisce pensione di riversibilità di mio padre la minima conteggiato solo come operaio non riconosciuto nel conteggi 26 anni di versamenti come artigiano, mia mamma non ha alcuna pensione sua e io 260 di invalidità. Conteggiando tutto a sua volta aumenta tutto come tasse chiaro non sono proprietaria di case alloggio case aler che ingiustamente mi hanno aumentato più tasse che non c’erano prima , ditemi questo è giusto per voi????????????????? VI DOVETE SOLO VERGOGNARE!!!!

  13. io sono invalido al 100% totalmente e irreversibilmente inabile al lavoro,ho solo una pensione d’invalidità di circa 300 euro,accudisco mio padre 93 anni quasi cieco e con altre numerose patologie,stando a quello che leggo nel bando non ho diritto di chiedere il bonus,è semplicemente inconcepibile

  14. Non ho parole, ho riletto 3 volte l’articolo, pensavo di aver capito male.
    Questi una coscinza proprio non ce l’hanno! Tali privilegi si estendono
    anche ai nostri parlamentari sino alle prossime 3 generazioni? Se si
    fanno proprio schifo!! Si vergognino!!

  15. Un’altro modo per far svicolare degli euro nelle tasche di qualche impiegato INPS, perchè nella quantità di richieste, loro decideranno per assegnare il minimo e la differenza va nella CASSA COMUNE senza che nessuno controlli. Perchè se ci fosse uno che CONTROLLA diventerebbe subito un CORROTTO!!!!!!

  16. MI FA PIACERE DOPO CHE X TERNI NON SI PUO GIRARE PERCHE BARRIRE ARCHITETTONICHE NON ESISTONO E SE UNO AVESSE UNA PERSONA CHE TI FA USCIRE CON LA SEDIA A ROTELLE NON SI PUO . E QUESTA SAREBBE LA SECONDA PRESA PER IL CULO DISABILE DALLETA DI 8 MESI SI FACCIA I CONTI SUOI.LE LEGGI SI FANNO PER I PREVILEGIATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube