Diritto e Fisco | Articoli

Inps: contributo di 1200 euro a chi assiste un familiare

25 Gennaio 2015
Inps: contributo di 1200 euro a chi assiste un familiare

Bonus mensile: pubblicato il bando per Home care premium. Non sono previsti limiti di reddito per presentare l’istanza.

Se hai un familiare anziano non autosufficiente, che ha bisogno della tua assistenza, o un parente portatore di handicap, possiedi i requisiti per chiedere all’Inps il nuovo generosissimo contributo di 1.200 euro al mese.

Si chiama Home care premium e, in verità, è un vero e proprio premio, con tanto di bando di concorso pubblicato dall’Istituto Nazionale di Previdenza, che viene erogato a chi si prende cura, assiste e supporta a domicilio un familiare in stato di difficoltà, ed è indirizzato ai dipendenti e pensionati pubblici, utenti dell’INPS che gestisce i Dipendenti Pubblici per effetto del Decreto Ministeriale numero 45/078, e qualora i soggetti in questione siano ancora in vita, i coniugi che convivono e congiunti di primo grado. Possono richiedere il bonus anche i minori disabili figli di dipendenti pubblici o pensionati deceduti.

A differenza di tanti altri bandi simili, questo non prevede alcun requisito di reddito: pertanto l’istanza potrà essere presentata da chiunque, sebbene ad essa andrà comunque allegato il modello ISEE. All’atto dell’aggiudicazione del bonus, l’Inps si riserva la possibilità di scegliere la misura del contributo tra un minimo di 400 euro al mese e un massimo di 1.200.

Il contributi, che al momento è previsto solo in via sperimentale, potrà essere richiesto fino a novembre 2015.

Per richiedere il bonus ma anche i servizi socioassistenziali si deve presentare una istanza nel mese di maggio del 2015, presentando gli appositi modelli a mano oppure online.

Domanda e bando si scaricano sul sito dell’Inps, alle voce “Home care premium”. Come già detto, è necessaria anche la presentazione del modello ISEE. La persona non autosufficiente (disabile o anziano) deve fare richiesta di iscrizione quale componente familiare all’interno della banca dati del dipendente pubblico o del pensionato INPDAP.

Per scaricare una guida illustrativa sul bonus, messa a disposizione da “laleggepertutti”, clicca qui “Home care premium”.

Maggiori approfondimenti qui: “Home care premium: avviso dell’Inps per l’assegno a chi accudisce familiari non autosufficienti

note

Autore immagine: 123rf com


75 Commenti

  1. MA CHE SIGNIFICA ..ALLORA IO CHE NON SONO DIPENDENTE PUBBLICO NON HO DIRITTO MENTRE INVECE ACCUDISCO I MIEI GENITORI ANZIANI CON MIO PADRE 90 ENNE E MIA MADRE INVALIDA AL 100%

  2. Presidente Mattarella, è costituzionale riservare questa legge solo al settore pubblico?Chi meglio di lei può darci indicazioni? Grazie e buon lavoro!

  3. I SOLDI VENGONO DAL FONDO CON I CONTRIBUTI DETRATTI DALLO STIPENDIO DEI DIPENDENTI PUBBLICI. BISOGNEREBBE FARE UNA LEGGE CHE OBBLIGASSE A DETRARRE ANCHE DAGLI STIPENDI DEI DIPENDENTI PRIVATI UNA PERCENTUALE PER COSTITUIRE UN LORO FONDO. INPDAP ORA E’ INPS.

  4. armando ma cazzo dici,i soldi per i fondi come dici tu purtroppo li tolgono a tutti sia enti pubblici che privati.quindi non dire cazzate………viene sempre privilegiato chi già sta bene………………….haahah….e poi lavorano timbrano il cartellino e se ne vanno a fare gli affari loro…..ma fatemi il piacere…….è propio uno schifo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11

  5. il bando è per i dipendenti pubblici perchè, come ha spiegato l’unico commentatore informato attinge a fondi provenienti da contributi versati da essi stessi .
    si perchè i dipendenti pubblici fannulloni o meno una cosa la fanno di sicuro: PAGANO LE TASSE, che vengono loro prelevate alla fonte (decurtate in busta per chi non lo capisse) e in maniera notevole…e poi per favore prima di dare dei fannulloni generalizzando parlando di gente che affolla gli uffici e non serve a niente attenzione ..sono dipendenti pubblici i poliziotti che rischiano la vita tutti i giorni come i pompieri, i medici che le vite le salvano, gli insegnanti che si occupano dei nostri figli, gli infermieri e tutti gli operatori sanitari, tutti spesso fanno turni massacranti per una vita si alzano molto presto al mattino , hanno studiato tanto ….e magari si trovano a 40 anni un tumore maledetto un figlio piccolo da crescere e di leggere queste offese gratuite solo perche’ fanno domanda per accedere a soldi, CHE COME GIUSTAMENTE RICORDATO SONO LORO…non lo sopportano…allora un lo dico io dal profondo del cuore vaffanculo alla gente che in italia sa solo criticare tanto per aprire la bocca o muovere il ditino su una cazzo di tastiera(bisognerebbe istituire un esame per conseguire il diritto di voto )!!!!!!

  6. Io ho chiesto informazioni all’Inps di Iglesias (Sardegna) e non sanno nulla……….
    Ho chiesto informazione al Sindacato e mi hanno detto che è il bonus va non ad un familiare ma ad una persona che non sia familiare……. che assiste la persona invalida……….
    A chi dare retta……………..

  7. questo e come il bonus delle 80 euro solo a quelli che anno la busta paga e chi non lavora finisce di morire di fame. A chi non ha un lavoro che bonus cè

  8. VOLETE SAPERE CHE DIFFERENZA C’È FRA IL SETTORE PUBBLICO E PRIVATO?

    DAI PRIMI SI PRENDONO VOTI SICURI IN CAMBIO DI “QUESTI E ALTRI” PRIVILEGI, DAI PRIVATI IL VOTO NON È SICURO…

  9. notevole un corno siete tutti una maniata di magnacci ladroni schifosi quelli che veramente lavorono e non arrivono nemmeno a godersi quella misera pensione e chi ci arriva li spende in medicinale buffoni vergognativi

      1. La legge me lo ha impedito in quanto sai bene che non è affatto uguale per tutti. Hai posto una domanda relativa di significato e il senso quale sarebbe? Mi offri per favore tu un posto pubblico in Italia oggi? Sono con il cellulare pertanto non posso essere più chiaro ma fammi una domanda più intelligente per favore a meno che tu non abbia avuto la tua fortuna, qua vedi scrivere (se bene sai leggere) solo di persone incavolate con questa furbata e non vedi (tu se sei onesto nel pensarci), di persone al 90% dalla tua parte e sereni di questa scelta. Non rispondo a te ma scrivo “al personale” se dal latino sai cosa significa. N.B. Mi sembrava giusta la posizione del mio commento e mi scuso solo se ho errato la stessa posizione ma il mio pensiero rimane tale!

  10. PD o un altro ,sono tutti uguali , i politici straamangiano a ufa e gli anziani che hanno lavorato una vita ,quelli li prendono a calci nel sedere .
    La colpa e’ nostra , siamo noi che votiamo , siamo noi il popolo , siamo noi gli Italiani che hanno mandato avanti questo paese , non loro ……perche non possiamo dare un bel calcione nel culo a tutta la classe politica ……dire veramente …basta .
    Non pagare piu’ una lira di tasse fino a quando i politici non vengono fouri con buone idee , basilari ….e smetterla di rubare .

  11. SCUSATE mi Inserisco solo ora . Ma I dipendenti pubblici non erano di pertinenza INPDAP????? Ed ancora lo sono visto che l’inps li rimanda ai vecchi uffici di territorio per competenza . Mi potreste cortesemente spiegare la relazione fra Bonus Inps e I dipendenti pubblici ? Grazie MIlle e scusate l’ignoranza

  12. ho già segnalato questa cosa diverse volte,l’unia cosa che bisogna fare e rompere i coglioni ai parlamentari che sistemino questa cosa una volta per tutti,andate sul sito della camera ed inviate loro una mail,perchè chi lavora per un privato non e figlio di un Dio minore

  13. certo un poro cristo che ha lavorato per edilizia e ha 56 anni se ritrova senza lavoro e non per sua volonta’ e ha una figlia disabile si deve solo ammazza perchè non ha nessun diritto invece chi ha lavorato per il pubblici hanno sempre e tutti i diritti .. guardate che anche ha lavorato da dipendenti hanno pagato le tasse..

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube