Diritto e Fisco | Articoli

Notifica del controricorso in Cassazione

27 gennaio 2015


Notifica del controricorso in Cassazione

> Diritto e Fisco Pubblicato il 27 gennaio 2015



La notifica presso la cancelleria della corte di cassazione è valida solo nel caso in cui manchi sia l’elezione di domicilio, sia l’indicazione dell’indirizzo PEC dell’avvocato: diversamente è inesistente.

Dove va notificato il controricorso in Cassazione? A chiarirlo è intervenuta una recente sentenza della Suprema Corte [1].

La prima cosa da fare è verificare se il ricorrente abbia eletto domicilio in Roma e/o abbia indicato l’indirizzo di posta elettronica certificata (Pec) del proprio avvocato. In tali casi, la notifica del controricorso va effettuata o presso il domicilio eletto (nel primo caso) oppure (nel secondo), indifferentemente, all’indirizzo Pec dell’avvocato o presso il domicilio eletto.

Invece, si potrà procedere alla notifica in cancelleria della Corte di Cassazione qualora il ricorrente non abbia indicato, nel proprio atto di ricorso, tanto l’elezione di domicilio quanto l’indirizzo Pec dell’avvocato. Solo in tali due ipotesi la notifica in cancelleria è valida. In tutti gli altri casi, invece, si considera inesistente.

note

[1] Cass. sent. n. 709 del 16.01.2015.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI