Business | Articoli

Pensioni: chi può richiedere l’assegno sociale

5 Aprile 2016
Pensioni: chi può richiedere l’assegno sociale

Chi ha diritto per ricevere il sussidio e come fare la richiesta; cosa concorre e cosa è escluso al limite di reddito previsto per legge.

L’assegno sociale è una prestazione di sostegno economico che viene erogata dall’INPS ai soggetti che si trovano in condizioni economiche svantaggiate a partire dal raggiungimento di una certa età.

L’assegno sostituisce la pensione sociale nata nel 1996 ed è stato da ultimo riformato dalla Riforma Fornero [1].

Quali sono i requisiti per l’assegno sociale?

I requisiti per la richiesta dell’assegno sociale sono i seguenti:

  • almeno 65 anni e 7 mesi di età (66 anni e 7 mesi dall’1 gennaio 2018);
  • cittadinanza comunitaria o extracomunitaria ma con permesso di soggiorno e residenza effettiva in Italia da almeno 10 anni;
  • reddito al di sotto di 5.824,91 euro per i richiedenti non coniugati;
  • reddito al di sotto di 11.649,82 nel caso di richiedenti coniugati (vale in questo caso il reddito coniugale).

Anzianità per l’assegno sociale: i limiti anno per anno

I requisiti per l’ottenimento dell’assegno possono variare in ragione dell’anno in cui viene effettuata la richiesta, per effetto delle riforme che sono intervenute sul sistema.

  • nel 2016 il limite come abbiamo accennato era a 65 anni e 7 mesi;
  • il requisito passa a 66 anni e 7 mesi nel 2018;
  • per gli assegni richiesti nel 2019 e nel 2020 il limite passa ai 67 anni.

Qual è l’importo dell’assegno sociale?

L’importo dell’assegno sociale è di 448,07 euro per 13 mensilità. La liquidazione dell’intero importo però dipende dal reddito di chi lo richiede. Se ad esempio il richiedente ha un reddito di 100 euro allora l’assegno sarà non di 448,07 euro ma di 348,07 euro.

Ai fini della determinazione del reddito concorrono tutti i redditi percepiti, dunque anche quelli esenti da imposta, quelli soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta o imposta sostitutiva, nonché agli assegni alimentari corrisposti secondo le norme del codice civile.

Restano esclusi dal reddito da contabilizzare ai fini del calcolo dell’assegno sociale:

  • i trattamenti di fine rapporto (comunque denominati)
  • le eventuali anticipazioni del TFR
  • le competenze arretrate soggette a tassazione separata
  • il reddito della casa di abitazione
  • un terzo della pensione da enti previdenziali pubblici e privati (purchè corrisposta con il contributivo), per un valore comunque non superiore ad un terzo dell’assegno sociale
  • indennità di accompagnamento di qualsiasi tipo
  • assistenza personale contributiva erogata dall’INAIL per invalidità permanente assoluta
  • assegni per l’assistenza personale e contributiva pagati ai pensionati per inabilità dall’INPS.

Cosa succede se si superano i valori di reddito?

Nel caso in cui si dovesse superare la soglia di reddito mentre si sta percependo l’assegno sociale, l’INPS provvede alla sospensione dell’assegno che sarà ripristinato solo qualora i limiti torneranno ad essere rispettati. Il controllo dei requisiti viene effettuata dall’INPS anno dopo anno per cui gli effetti di un’eventuale sospensione si avranno al momento della dichiarazione dei redditi l’anno successivo.

Anche per questa ragione l’assegno erogato dall’INPS ha un carattere di provvisorietà ovvero deve essere conguagliato entro il mese di luglio dell’anno successivo sulla base dei redditi effettivamente percepiti.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube