Business | Articoli

Spesometro: proroga dei termini di invio

9 Aprile 2016
Spesometro: proroga dei termini di invio

L’Agenzia annuncia uno slittamento dei termini per l’invio delle operazioni rilevanti ai fini IVA e l’unificazione della data di invio per tutti i contribuenti.

Una proroga per l’invio dei dati relativi allo Spesometro. Ieri l’Agenzia delle entrate ha anticipato che chi deve inviare i dati relativi alle operazioni rilevanti ai fini IVA potrà avere un termine più ampio per l’invio, sono previsti ulteriori nove giorni anche per chi effettua la comunicazione mensilmente.

Ma cos’è lo spesometro? Vediamo una definizione.

Così’è lo Spesometro

Lo spesometro è stato introdotto nel 2010 [1] e consiste nell’obbligo di comunicare all’Agenzia delle Entrate le operazioni rilevanti ai fini IVA.

Per le operazioni effettuate dal 1° gennaio 2012 la comunicazione è stata prevista per tutte le operazioni fatturate, con il solo limite di 3.600 per le operazioni per le quali non c’è obbligo di emissione della fattura.

 

Come si invia lo spesometro?

Per inviare lo spesometro occorre utilizzare il “Modello di comunicazione polivalente” che è stato emanato dall’Agenzia delle Entrate.

Dal 2016 non sarà più necessario inviare allo spesometro tutte le operazioni che fanno riferimento al Sistema Tessera Sanitaria (STS), sebbene l’Agenzia ammetta che se per ragioni di praticità dovesse essere utile includere anche quelle, esse potranno ancora essere inserite nel modello polivalente.

 

Chi è esonerato dall’invio dello spesometro?

Vale anche per quest’anno l’esonero per i commercianti al minuto e i tour operator.

Inoltre anche la Pubblica amministrazione, da quest’anno, è esonerata dall’invio (leggi anche Spesometro: l’Agenzia delle Entrate comunica chi è esentato).

Prorogata, al 20 settembre 2016, la comunicazione delle operazioni black list 2015, da effettuarsi sempre con il modello polivante.

Proroga per l’invio dei dati allo Spesometro

Come anticipato si prevede una proroga di nove giorni per l’invio dei dati allo spesometro.

La proroga riguarda i contribuenti che operano l’invio con cadenza mensile che prima erano costretti a consegnare i dati entro il prossimo lunedì 11 aprile.

Con il provvedimento in uscita in queste ore il termine slitta al 20 aprile, data ultima per l’invio anche per i contribuenti che operano con comunicazioni trimestrali. 

Con il provvedimento, in corso di pubblicazione, “l’Agenzia va incontro alle difficoltà tecniche rappresentate dai soggetti interessati da questo adempimento”.

Il rinvio riguarda tutti gli operatori, i termini saranno dunque unificati.


note

[1] DL 78/2010, art. 21, modificato DL 16/2012, art. 2 c.6


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube