Business | Articoli

Patente scaduta: come rinnovarla?

4 aprile 2018


Patente scaduta: come rinnovarla?

> Business Pubblicato il 4 aprile 2018



Ecco la guida alla richiesta di rinnovo della patente, le novità per l’aggiornamento, la documentazione necessaria, le scadenze da ricordare

Il rinnovo della patente di guida è un obbligo di tutti i cittadini patentati che intendano continuare a condurre il proprio veicolo restando in regola con il codice della strada. Il rinnovo patente di guida scaduta va effettuato a scadenze diverse in base alla categoria del veicolo e all’età del conducente. Con le modifiche legislative intervenute, rinnovare la patente è diventato più semplice atteso che la scadenza della patente si è fatta coincidere con la data del proprio compleanno.

Patente scaduta: cosa fare per rinnovarla?

Il rinnovo della patente di guida è una procedura che serve a rinnovare la patente scaduta o prossima alla scadenza. In concreto, l’automobilista deve sottoporsi alla visita medica presso la Asl o presso un medico autorizzato, con conseguente rilascio del relativo certificato, previo pagamento di due bollettini postali. Infatti è necessario effettuare due versamenti: uno di 10,20 euro sul conto corrente intestato al Dipartimento dei Trasporti Terrestri e uno di 16,00 euro a titolo di imposta di bollo. La visita medica, invece, si paga direttamente presso la struttura sanitaria.

Alla visita è necessario portare la   seguente documentazione: patente di guida, carta d’identità o passaporto, tessera sanitaria, due foto formato tessera uguali, ricevuta dei due bollettini, autocertificazione per eventuali patologie, occhiali da vista nel caso in cui il soggetto ne faccia abitualmente uso.

Dopo la visita medica Asl il medico trasmette per via telematica la conferma del rinnovo al sistema informatico del Dipartimento per i Trasporti, previo suo riconoscimento al sistema con credenziali e Pin. Alla richiesta di rinnovo, il medico dovrà annotare le eventuali prescrizioni mediche o del veicolo, gli estremi del pagamento e allegare la foto e la firma del titolare. Il tempo per ricevere la nuova patente a casa è di 3-4 giorni a partire dal giorno in cui è stata effettuata la visita.

Se non si riceve la nuova patente entro 15 giorni dalla visita, è necessario contattare uno dei due seguenti numeri:

  • il numero verde di Poste Italiane 800979416;
  • il numero verde del Ministero dei Trasporti 800232323.

Rinnovo della patente: quando va fatto?

Il rinnovo della patente va effettuato ad intervalli di tempo piuttosto lunghi:

  • ogni 2 anni oltre gli 80 anni;
  • ogni 3 anni per età compresa tra 70 e 80 anni;
  • ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni;
  • ogni 10 anni fino ai 50 anni di età.

Come anticipato, con il governo Monti e il decreto semplificazioni è stata introdotta la cosiddetta “regola del compleanno”: la scadenza dei documenti di identità (e come è noto la patente fa parte di questi nel nostro Paese) è nel giorno del proprio compleanno, nell’anno in cui si verificherebbe quella scadenza.

Ciò però non si applica ai documenti già emessi alla data di emanazione della norma, di conseguenza, la scadenza prevista è quella scritta sul documento, al primo rinnovo essa sarà coincidente con la data del proprio compleanno. Per fare un esempio pratico: se la nostra patente scade nel 2020 – perché è stata emessa nel 2010 – essa scadrà il giorno il giorno indicato come scadenza sul documento stesso. Se, invece, il documento è stato emesso nel 2016, allora la nuova scadenza avverrà il giorno del nostro compleanno nel 2026.

Come effettuare il rinnovo della patente

L’iter da seguire per il rinnovo della patente è attivabile a partire dai 4 mesi precedenti la scadenza. Per rinnovare la patente bisogna essere in possesso di alcuni documenti:

  • attestazione del versamento di 16 € (la vecchia marca da bollo) sul c/c 4028  (il bollettino precompilato è reperibile direttamente alle Poste);
  • attestazione del versamento di 10,20 € su conto corrente intestato al ministero dei Trasporti (il c/c 9001 è disponibile precompilato presso gli uffici postali);
  • ricevuta del pagamento dei diritti sanitari.

Sono inoltre necessari:

  • documento d’identità valido;
  • patente in scadenza o scaduta;
  • codice fiscale;
  • due foto formato tessera recenti (in teoria dovrebbero essere non più vecchie di un mese);
  • per i soggetti affetti da limitazioni visive correggibili con lenti: occhiali e/o lenti a contatto.

Quali sono i costi per il rinnovo della patente?

Il costo rinnovo patente scaduta è di 26,20 euro, di cui 16 euro per la marca da bollo e 10,20 euro per i diritti di Motorizzazione. A ciò vanno aggiunti 6,80 euro di posta assicurata, da pagare al momento della consegna o del ritiro presso la Posta.

Si devono sostenere come detto alcuni costi aggiuntivi per il rinnovo della patente, costi che corrispondono in sostanza all’accertamento del possesso dei requisiti psicofisici.

Cosa si rischia a circolare con la patente scaduta?

La circolazione con patente scaduta genera due possibili rischi:

  • ritiro della patente;
  • multa da 159 e 639 euro [2], mentre non è prevista la decurtazione dei punti.

Inoltre, in caso di incidente, l’assicurazione pagherebbe i danni causati a terzi ma potrebbe esercitare il diritto di rivalsa, ovvero chiedere all’assicurato la somma dei danni pagati.

Cosa succede se non si rinnova la patente per tre anni?

Nel caso di mancanza di rinnovo per le patenti scadute da più di 3 anni, sarà necessario sostenere nuovamente gli esami di guida, di conseguenza i costi di rinnovo potrebbero levitare in maniera sostanziosa.

note

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI