Business | Articoli

Cessione di ramo d’azienda: come funziona

15 Aprile 2016
Cessione di ramo d’azienda: come funziona

Gestione della cessione, debiti e crediti, debiti verso il fisco: tutto quello che devi sapere prima di vendere o acquistare un ramo d’azienda.

Si parla di trasferimento di azienda o di ramo d’azienda ogni volta che muta il titolare dell’attività a seguito di operazioni societarie e i rapporti preesistenti restano in essere ma con il nuovo titolare.

Quando si verifica il trasferimento di ramo d’azienda?

Il trasferimento di ramo di azienda si verifica se la cessione ha per oggetto solo una parte dell’azienda. Per essere considerato un “ramo d’azienda” qulla parte ceduta deve essere un’entità economica autonoma e organizzata in maniera stabile, in grado cioè di conservare una propria identità precisa e un obiettivo operativo concreto anche a seguito del trasferimento.

Quali sono gli effeftti del trasferimento del ramo di azienda?

Gli effetti della cessione di ramo d’azienda sono riassumibili come segue:

  • trasferimento del personale, che continua a lavorare per il nuovo titolare;
  • trasferimento dei beni facenti parte del complesso aziendale;
  • cessione dei contratti con la clientela, fatta eccezione per quelli di carattere personale;
  • mantenimento della medesima attività svolta dall’imprenditore che ha ceduto il ramo d’azienda.

Nei confronti di chi ha ceduto l’azienda vige un divieto di concorrenza per un periodo di cinque anni dal trasferimento.

Come si trasferiscono debiti e crediti nella cessione di ramo d’azienda?

Nella cessione del ramo d’azienda i debiti e i crediti sono generalmente ceduti con esso.

Tuttavia è sempre consigliabile stabilire nell’accordo espresso riferimento alle modalità di trasferimento di crediti e debiti, stanti i dubbi che la giurisprudenza ha avuto al riguardo negli anni.

In particolare secondo quanto prevede la normativa:

  • la cessione dei crediti aziendali è automatica
  • la cessione dei debiti deve essere esplicitamente accettata dai creditori sociali (nel caso in cui i creditori non accettino vige la responsabilità in solido di cedente e acquirente).

Con riferimento ai debiti, insomma, il principio di base è che chi trasferisce il ramo d’azienda continua a rispondere dei debiti concernenti l’azienda, anteriori al suo trasferimento, mentre in capo all’acquirente sorge una responsabilità solidale con il cedente.

Tale responsabilità solidale però vige solo nel caso in cui i debiti aziendali risultino dai libri contabili obbligatori dell’impresa:

  • il libro giornale;
  • libro inventari;
  • le altre scritture contabili che siano richieste dalla natura e dalle dimensioni dell’impresa.

La responsabilità dunque è esclusiva del cedente nei seguenti casi:

  • i debiti non sono registrati;
  • i debiti sono registrati su libri facoltativi.

Infine un ulteriore dettaglio deve essere fornito rispetto ai debiti verso il fisco, per il quale acquirente e cedente hanno una responsabilità solidale ma con riferimento al pagamento delle imposte e delle sanzioni riferibili a violazioni commesse nell’anno della cessione e nei due anni precedenti.

Per ulteriori dettagli rispetto alla gestione dei debiti nella cessione del ramo di azienda, consulta il nostro approfondimento.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube