Business | Articoli

Passaggio di proprietà auto: come fare e quanto costa

19 Aprile 2016
Passaggio di proprietà auto: come fare e quanto costa

Come effettuare un passaggio di proprietà in sicurezza, la visura, la registrazione, il costo per l’operazione, tutto nella nostra guida pratica.

La forte situazione di crisi degli ultimi anni ha di recente aumentato il numero di coloro che all’acquisto di un auto nuova preferiscono sempre più spesso rivolgersi al mercato dell’auto usata.

Ma quali sono gli accorgimenti da prendere per evitare problemi e quali passi seguire per il passaggio di proprietà e quali costi sostenere.

Piuttosto che rivolgersi ad agenzie di pratiche auto con costi non indifferenti, vi consigliamo di fare da soli per ottenere un bel risparmio.

Con questa guida pratica vi spieghiamo i passi da compiere per acquistare un auto usata ed effettuare il passaggio di proprietà con poche semplici mosse.

Visura

Prima di acquistare un veicolo vi consigliamo innanzitutto di effettuare una visura presso gli archivi PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Basta semplicemente disporre del numero di targa del veicolo. In questo modo potremo sapere se il veicolo che vogliamo acquistare è gravato da eventuali ipoteche, fermi amministrativi o altri vincoli.

La visura riporta infatti tutte le informazioni giuridico patrimoniali del veicolo al momento della vostra richiesta. Il PRA, Pubblico Registro Automobilistico, è un registro basato sul numero di targa dei veicoli ed è pubblico. Pertanto i dati relativi ai veicoli possono essere richiesti da chiunque ne abbia interesse.

Se si richiede la visura presso le unità territoriali ACI PRA, il costo è di soli 6 euro. Se ci si avvale del servizio online Visurenet dell’ACI, il costo è di 8,81 euro.

Compilazione Certificato di Proprietà e autentica firma venditore

Per registrare il passaggio di proprietà non è più necessario recarsi da un notaio.

Bisognerà semplicemente disporre del Certificato di Proprietà del veicolo che potrà essere cartaceo o digitale. Sul retro nei riquadri M e T, occorrerà inserire i dati anagrafici e di residenza dell’acquirente e il venditore dovrà apporre la sua firma che dovrà essere autenticata, cioè dovrà essere apposta di fronte ad un funzionario abilitato.

L’autentica della firma è possibile effettuarla presso:

  • Uffici dell’Anagrafe Comunale;
  • Sportelli Telematici dell’Automobilista (STA);
  • Notai;
  • Motorizzazione civile;
  • ACI PRA.

Presso le unità territoriali ACI PRA il servizio di autentica è gratuito.

Si dovrà solo acquistare una marca da bollo da 16 euro che sarà apposta sull’atto solo al momento dell’autentica della firma. Per autenticare la propria firma il venditore dovrà presentare un documento d’identità valido. Inoltre se il venditore si reca con l’acquirente presso il PRA per autenticare la propria firma, si potrà in concomitanza registrare il passaggio di proprietà.

 

 

Registrazione passaggio di proprietà

Per la registrazione del passaggio di proprietà da effettuare presso gli Sportelli Telematici dell’Automobilista (STA), occorrerà portare con sé i seguenti documenti:

  • Certificato di Proprietà, il documento del veicolo che funge da dichiarazione di vendita (su cui è stata infatti autenticata la firma del venditore) e anche da nota di presentazione allo sportello; dal 5 ottobre verrà rilasciato il Certificato di Proprietà Digitale;
  • Carta di Circolazione;
  • Documento di identità valido dell’acquirente. Se l’acquirente è un cittadino extracomunitario è necessario presentare anche il permesso di soggiorno;
  • Numero del codice fiscaledell’acquirente;
  • Modulo TT2119di richiesta d’aggiornamento della Carta di Circolazione – in distribuzione gratuita presso gli sportelli STA delle unità territoriali ACI PRA e del DT (Motorizzazione Civile).

 

In questo modo saranno rilasciate immediatamente all’acquirente la ricevuta contenente il codice di accesso al nuovo Certificato di Proprietà digitale (CDPD) e il tagliando di aggiornamento della carta di circolazione.

I costi per il passaggio di proprietà

I costi previsti per la registrazione del passaggio di proprietà sono:

  • Imposta Provinciale di Trascrizione : importo variabile a seconda del tipo di veicolo e della provincia di residenza del venditore;
  • Emolumenti ACI: 27,00 euro;
  • Imposta di bollo per registrazione al PRA: 32,00 euro (se si utilizza il CdP cartaceo o il CDPD come nota di presentazione) oppure 48,00 euro (se si utilizza il mod. NP-3B come nota di presentazione);
  • Diritti DT  (Motorizzazione Civile): 10,20 euro + costi per i versamenti postali;
  • Imposta di bollo per aggiornamento Carta di Circolazione: 16,00 euro + costi per i versamenti postali.

Sanzioni e conseguenze in caso di inottemperanza

Il mancato aggiornamento della carta di circolazione e del Certificato di Proprietà entro il termine di sessanta giorni determina l’applicazione di sanzioni monetarie e il ritiro della carta di circolazione in caso di controllo su strada (art. 94 del Codice della Strada).

 

Il mancato passaggio di proprietà all’ufficio provinciale ACI (PRA) determina l’applicazione di sanzioni amministrative per l’acquirente e conseguenze sul piano civile e fiscale per il venditore rimasto intestatario al PRA per l’inadempienza dell’acquirente.

Infatti, fino a quando non viene registrato al PRA il passaggio di proprietà, il precedente proprietario risulta ancora intestatario del veicolo e può essere chiamato a rispondere delle conseguenze derivanti dal presunto possesso del veicolo. Per esempio: danni provocati a cose o persone, tassa automobilistica (bollo auto) non versata, contravvenzioni al Codice della Strada.

Il venditore, in questo caso, può richiedere la registrazione al PRA a tutela del venditore oppure ricorrere al giudice.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

5 Commenti

  1. Ho fatto il passaggio di proprietà di un’auto un mese fa. Costo 487 euro.
    All’Aci il costo era 500 euro.
    Come definirli (omissione).

  2. due cose non ho capito:
    1) per il passaggio di proprietà deve essere presente il venditore (o si deve avere la sua delega) anche con il nuovo certificato di proprietà digitale che include l’atto di vendita?
    2) se le residenze del venditore e dell’acquirente sono diverse, qual è l’ufficio competente per il passaggio?

  3. Nel passaggio di proprietà viene indicata l’ora? Altrimenti come può tutelarsi il venditore se l’acquirente non assicura il veicolo è avviene un sinistro nella medesima data del passaggio???

  4. Come avviene il passaggio di proprietà di un auto intestata ad una persona da poco deceduta???

  5. Vorrei regalare un’auto a mio figlio x la maturità, si può intestare a lui l’auto senza la sua presenza?
    Vorrei fargli una sorpresa.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube