Diritto e Fisco | Articoli

Denunce: i genitori devono prima verificare che i figli dicano la verità

24 Febbraio 2012
Denunce: i genitori devono prima verificare che i figli dicano la verità

Prima di denunciare l’eventuale colpevole, i genitori hanno l’obbligo giuridico di accertarsi che il figlio abbia detto la verità circa le lesioni subite.

Prima di denunciare l’insegnante, ritenuto colpevole di percosse contro un bambino sulla base dei fatti narrati da quest’ultimo, i genitori devono innanzitutto verificare che il figlio abbia davvero detto la verità.

La Cassazione [1] infatti ricorda come è vero che incomba sui genitori l’obbligo di protezione del figlio e quindi la necessità di intraprendere iniziative atte a reprimere eventuali episodi lesivi; ma ad essi spettta anche il dovere, prima di incolpare soggetti terzi, di procedere a una  preventiva verifica informale dei fatti riferiti dal minore.

Sulla scorta di tale principio, i giudici della Suprema Corte hanno condannato per diffamazione i genitori di un bambino che, credendo a quanto narrato da quest’ultimo (poi rivelatosi non vero), avevano denunciato l’insegnate per aver molestato e umiliato il minore in classe. I due coniugi, in particolare, avevano contestato l’accaduto in una lettera inviata al dirigente scolastico, al provveditore agli studi e ad un quotidiano locale.

 

 


note

[1] Cass. sent. n. 5935/2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube