Diritto e Fisco | Articoli

Responsabilità penale per il piccolo imprenditore che non conserva le fatture

24 Febbraio 2012 | Autore:
Responsabilità penale per il piccolo imprenditore che non conserva le fatture

Responsabilità penale dell’imprenditore che, anche senza dolo, non conserva le fatture impedendo la ricostruzione del volume d’affari della ditta.

Risponde di reato di distruzione di documenti contabili il piccolo imprenditore che, per non aver conservato le fatture, ha impedito la ricostruzione dei redditi o del volume d’affari della propria ditta.

È quanto deciso dalla Cassazione [1] che, di recente, ha condannato un artigiano “disorganizzato” per non aver provveduto alla conservazione delle scritture contabili obbligatorie.

Secondo i giudici, per aversi reato di occultamento o distruzione di documenti contabili [2], non è necessario provare la volontà del contribuente di evadere le imposte (ossia dimostrare il dolo). È invece sufficiente che il comportamento dell’imprenditore (consistente, per esempio, nella mancata conservazione di fatture) abbia reso impossibile, o anche solo più difficile, la ricostruzione del volume d’affari e dei redditi.

Si vuole così tutelare la trasparenza fiscale del contribuente, senza necessità di indagare sulla volontà o meno di quest’ultimo di favorire l’evasione propria o di terzi attraverso l’occultamento delle scritture contabili.

Tuttavia, il contribuente può evitare la condanna se riesce a dimostrare che il proprio volume d’affari è comunque ricostruibile sulla base di elementi alternativi (come, per es., altre documentazioni in suo possesso).

 

 


note

[1] C. Cass. sent. n. 6752 del 21 febbraio 2012.

[2] Art. 10 D Lgs. n. 74/2000.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. minimo 5, consigliabile 10, ma se è una fattura riferita una bene ammortizzabile fino a quando non scade il periodo di ammortamento .

Rispondi a Maria Pia Saitta Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube