Business | Articoli

Bando INAIL formazione per le PMI: proroga e modifiche

26 Aprile 2016 | Autore:
Bando INAIL formazione per le PMI: proroga e modifiche

La scadenza originariamente prevista per il 19 aprile è stata modificata così come gli enti partecipanti e i documenti da allegare, ecco cosa cambia e come partecipare.

Partito qualche tempo fa il bando INAIL 2016 relativo al finanziamento di percorsi di formazione per le piccole e medie imprese italiane. La dicitura esatta del bando è “Bando per il finanziamento di progetti formativi specificatamente dedicati alle piccole, medie e micro imprese in attuazione dell’art. 11, comma 1, lett. b, del d.lgs. 81/2008 e s.m.i.

Con la comunicazione dell’INAIL pubblicata in GU 88/2016 [1] , sono state introdotte delle modifiche al bando. Le modifiche hanno riguardato il numero di enti attuatori e le modalità di presentazione della domanda e i documenti da presentare a pena di esclusione.

Per conseguenza di tali modifiche la scadenza del bando, precedentemente prevista per il 19 aprile è stata spostata al 10 giugno 2016, alle ore 13.00.

Vediamo come partecipare e in cosa consiste il finanziamento.
Come sempre nella sezione in pratica del nostro articolo troverete il bando, gli allegati necessari e la notizia di modifica.

Chi può presentare domanda?

Possono presentare domanda in qualità di soggetti attuatori:

  • Organizzazioni sindacali dei lavoratori e organizzazioni sindacali dei datori di lavoro rappresentati nell’ambito della Commissione Consultiva Permanente per la salute e sicurezza sul lavoro di cui all’art. 6 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i., che possono avvalersi per la realizzazione anche di strutture formative di diretta o esclusiva emanazione;
  • Organismi paritetici di cui all’art. 2, comma 1, lett. ee) del d.lgs. 81/2008 e s.m.i.;
  • Università;
  • Dipartimento dei Vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile;
  • Ordini e collegi professionali, limitatamente ai propri iscritti;
  • Enti di patronato;
  • Soggetti formatori accreditati in conformità al modello di accreditamento definito in ogni Regione e Provincia autonoma ai sensi dell’intesa sancita in data 20 marzo 2008 e pubblicata sulla GURI del 23 gennaio 2009, in ogni Regione in cui si svolgerà il progetto formativo.

Cosa può essere finanziato con il bando INAIL formazione PMI?

I progetti devono essere realizzati in almeno quattro Regioni (una Regione per ciascuna delle seguenti quattro macroaree: nord, centro, sud, isole) e devono prevedere l’impiego di docenti in possesso di una comprovata esperienza, almeno triennale, di insegnamento o professionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
Ecco gli ambiti in cui devono essere presentate:

  • Formazione sugli aspetti organizzativo-gestionali e tecnico-operativi nei lavori in appalto e negli ambienti confinati, con particolare riferimento alla gestione delle emergenze;
  • Formazione finalizzata all’adozione di modelli di organizzazione e di gestione ai sensi dell’art. 30 d.lgs. 81/2008 e s.m.i. in un’ottica di sviluppo del sistema delle relazioni e del cambiamento della cultura organizzativa;
  • Formazione per i soggetti individuati ai sensi dell’art. 21 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i. sui rischi propri delle attività svolte;
  • Formazione sulla valutazione dei rischi nell’ambito dell’art. 28 comma 1 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i., con particolare attenzione alle specificità di quelli collegati allo stress lavoro correlato, alle lavoratrici in stato di gravidanza, alle differenze di genere e agli altri ivi previsti;
  • Formazione per l’adozione di comportamenti sicuri, finalizzati alla prevenzione del fenomeno infortunistico e tecnopatico;
  • Formazione sulla gestione dei rischi in ambiente di lavoro legati alla dipendenza da alcool, sostanze psicotrope e stupefacenti.

Non sarà finanziato più di un progetto per ciascun Soggetto attuatore, singolo o in aggregazione, in ogni ambito progettuale.

Quali sono i destinatari del progetto formativo

Devono essere destinatari del progetto formativo:

  • Datori di lavoro delle piccole, medie e microimprese;
  • Lavoratori compresi quelli stagionali, delle piccole, medie e microimprese;
  • Piccoli imprenditori di cui all’art. 2083 del codice civile;
  • Soggetti individuati ex art. 21 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i.
  • Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS/RLST) delle piccole, medie e microimprese.

Come presentare domanda per il bando INAIL per le PMI?

Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione è stato spostato dall’originale termine del 19 aprile all’attuale termine delle ore 13.00 del giorno 10 giugno 2016.

Nella sezione in pratica del nostro articolo troverete il bando, gli allegati necessari e la notizia di modifica.


note

[1] INAIL Det. Del Direttore Centrale Prevenzione n. 16 dell’11/04/2016


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube