Bandi-Concorsi Concorso Inps 2015, come prepararsi al meglio al bando

Bandi-Concorsi Pubblicato il 9 febbraio 2015

Articolo di




> Bandi-Concorsi Pubblicato il 9 febbraio 2015

Analizziamo, dal precedente bando di assunzione dell’Istituto, le informazioni fondamentali e le materie necessarie per poter affrontare al meglio il nuovo concorso che sta per essere indetto.

 

Da un paio di settimane circa, si fanno sempre più insistenti le voci di un maxi-concorso Inps per l’assunzione, in prevalenza, di personale amministrativo. La notizia, battuta inizialmente da La Stampa, che riprendeva una nota ANSA, è rimbalzata poi su tutta la stampa nazionale. Sembrerebbe infatti che siano prossimi al pensionamento più di 3.000 dipendenti dell’ente. Pertanto, per coprire i posti liberi, si prevedono assunzioni, nel biennio 2015-2016, di oltre 2.500 unità.

Pur non avendo certezza delle tempistiche, non è mai troppo presto per incominciare a prepararsi ad un’occasione simile. Vediamo quindi come potrebbe essere strutturato un eventuale bando, e quali saranno le materie e gli argomenti chiave da studiare, per assicurarsi buone possibilità di riuscita. Ciò in via ovviamente presuntiva, sulla base cioè dei precedenti concorsi presso lo stesso Ente.

In ogni caso, prima di passare all’approfondimento, ti ricordiamo che, se vuoi tenerti aggiornato sull’eventuale uscita del bando, basta restare iscritti alla nostra newsletter. Per iscriverti alla nostra newsletter clicca qui

CRITERI DI VALUTAZIONE

Innanzitutto, per farsi un’idea realistica riguardo al concorso, abbiamo preso, come riferimento, l’ultimo bando Inps, che risale al 2007 [1]: si trattava dell’assunzione di alcune centinaia di unità nell’area amministrativa, con differenti profili, dall’ispettore all’informatico.

Bisogna considerare, nel nostro caso, che la maggior parte degli inserimenti avverrà nel settore amministrativo, all’interno delle aree B e C [2]. Mentre il primo gruppo, accessibile anche a chi è in possesso del solo diploma, richiede una preparazione generale in campo giuridico-amministrativo, la partecipazione per l’area C richiede conoscenze maggiormente approfondite, oltre ad avere requisiti più stringenti: difatti, può partecipare, in questo caso, solo chi è in possesso della laurea (Laurea Specialistica, Laurea Magistrale, Diploma di Laurea, o Laurea di Primo Livello).

AREA B

Per quanto concerne i candidati all’area B, solitamente sono previste due prove scritte ed una orale: le selezioni hanno lo scopo di valutare la cultura di base giuridico-amministrativa, nonché la maturità di pensiero e la capacità di giudizio.

Il primo elaborato scritto verte, in genere, su elementi di diritto amministrativo, diritto del lavoro e legislazione sociale, nonché contabilità di base.

La seconda prova scritta, di carattere teorico pratico, è basata sulle incombenze tipiche del personale impiegatizio di livello medio, quali attività istruttorie amministrative che presuppongono conoscenze professionali e valutazioni di merito dei casi concreti, nonché elaborazione di dati .

Dato che le mansioni del personale appartenente all’area B comprendono l’utilizzo di sistemi informatici, la prova orale, oltre a comprendere gli stessi argomenti degli scritti, include le seguenti materie: ordinamento ed attribuzioni dell’Inps, informatica di base, utilizzo di internet e della posta elettronica, personal computing e una lingua straniera a scelta tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.

AREA C

Non molto dissimili, ma maggiormente specifiche, sono le selezioni previste per il personale amministrativo appartenente all’area C. Anche in questo caso, le due prove scritte hanno il fine di valutare la cultura giuridico amministrativa dei candidati.

Il primo scritto comprende le seguenti materie: diritto amministrativo, diritto civile (solo per quanto concerne proprietà, obbligazioni e lavoro), diritto costituzionale, scienza delle finanze, contabilità pubblica ed organizzazione del lavoro.

La seconda prova, invece, è un elaborato di diritto del lavoro e legislazione sociale.

Le stesse materie saranno presenti all’orale, con l’aggiunta di diritto commerciale, statistica, ordinamento ed attribuzioni dell’Inps, elementi d’informatica, ed una lingua straniera (inglese, francese, spagnolo, tedesco).

Un discreto numero di assunzioni riguarderà anche funzionari ed ispettori di vigilanza. In questo caso, oltre alla laurea in materie giuridico-economiche, sarà necessaria una preparazione molto specifica: la prima prova scritta include diritto amministrativo, commerciale, penale, tributario, comunitario, procedura penale, contabilità aziendale e tecniche di bilancio; il secondo scritto sarà un elaborato di diritto del lavoro e legislazione sociale.

L’orale sarà incentrato sulle stesse materie previste per il personale amministrativo dell’area C, con l’aggiunta di elementi di software applicativi e di calcolo (ad esempio, la conoscenza del programma Excel).

Nell’ipotesi in cui siano previste assunzioni nell’area informatica, per accedervi è necessaria una laurea in materie tecnico-scientifiche. In questo caso, è solo il primo scritto a basarsi su argomenti giuridico-economici, consistendo in un elaborato di organizzazione aziendale, mentre la seconda prova scritta è incentrata su informatica e sistemi, in particolare su strutture e basi di dati, reti di calcolatori, architetture di elaborazione, rete internet e la piattaforma web, ciclo di vita del software.

La prova orale include le materie oggetto dello scritto, nonché elementi di diritto del lavoro e della previdenza sociale, elementi di diritto civile, ordinamento e attribuzioni dell’INPS, ed una lingua straniera scelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.

PRECISAZIONE FINALE

Ricordiamo comunque che, prima di bandire un concorso, serve l’autorizzazione preventiva dei ministeri vigilanti e per poter assumere ne serve un’altra successiva. L’autorizzazione deve essere contenuta in un DPCM (Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri), pertanto i tempi potrebbero essere non così ravvicinati.

note

[1] G. U. n. 67 del 24 agosto 2007 – IV Serie Speciale.

[2] CCNL Enti Pubblici non economici.

Le prove per il personale amministrativo area B comprendono, generalmente, le seguenti materie:

Prove scritte:

– elementi di diritto amministrativo, diritto del lavoro e legislazione sociale, contabilità di base;

– prova teorico pratica riferita alle mansioni tipiche degli impiegati di categoria B.

Prova orale:

– stesse materie degli scritti, più ordinamento ed attribuzioni dell’Inps, informatica di base, utilizzo di internet e della posta elettronica, personal computing, ed una lingua straniera a scelta tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.

 

 

Le prove per il personale amministrativo area C comprendono, generalmente, le seguenti materie:

Prove scritte:

– diritto amministrativo, diritto civile (solo per quanto concerne proprietà, obbligazioni e lavoro), diritto costituzionale, scienza delle finanze, contabilità pubblica ed organizzazione del lavoro;

– elaborato di diritto del lavoro e legislazione sociale.

Prova orale:

– stesse materie degli scritti, più diritto commerciale, statistica, ordinamento ed attribuzioni dell’Inps, elementi d’informatica, ed una lingua straniera (inglese, francese, spagnolo, tedesco).

 

 

Le prove per i funzionari e gli ispettori di vigilanza comprendono, solitamente, le seguenti materie:

Prove scritte:

– diritto amministrativo, commerciale, penale, tributario, comunitario, procedura penale, contabilità aziendale e tecniche di bilancio;

– elaborato di diritto del lavoro e legislazione sociale.

Prova orale:

– stesse materie degli scritti, più diritto commerciale, statistica, ordinamento ed attribuzioni dell’Inps, elementi d’informatica, elementi di software applicativi e di calcolo, ed una lingua straniera (inglese, francese, spagnolo, tedesco).

 

 

Le prove per il personale del settore informatico comprendono, solitamente, le seguenti materie:

Prove scritte:

– elaborato di organizzazione aziendale;

– informatica e sistemi, strutture e basi di dati, reti di calcolatori, architetture di elaborazione, rete internet e la piattaforma web, ciclo di vita del software.

Prova orale:

– materie oggetto dello scritto, più elementi di diritto del lavoro e della previdenza sociale, elementi di diritto civile, ordinamento e attribuzioni dell’INPS, ed una lingua straniera scelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

  1. Molto bene per la “Preferenza” dei giovani rispetto agli altri meno giovani: ma a costoro chi pensa? Se hanno famiglia con figli o senza, come campano se disoccupati?
    Allora il metro più giusto sarebbe di dare spazio ai più bisognosi (una volta superato il concorso) ed a seguire ai giovani idonei.
    Alessandro

  2. Sono d’accordo con Ariana. Diamo spazio ai meritevoli! e a chi ha voglia di mandare avanti questo paese!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI