Bandi-Concorsi Inps: concorso e assunzioni. È vero o è una bufala?

Bandi-Concorsi Pubblicato il 15 febbraio 2015

Articolo di




> Bandi-Concorsi Pubblicato il 15 febbraio 2015

Bando, profili, assunzioni, quesiti, materie, preparazione all’esame del 2015 e… ma sarà vero?

 

Si è ormai diffusa, a macchia d’olio, la notizia di un nuovo maxi-concorso che l’Inps si appresterebbe a pubblicare per l’assunzione di circa 2.500 nuovi dipendenti.

A lanciare l’annuncio, nelle scorse settimane, è stata la stampa nazionale (primi tra tutti: Il Giornale, Libero, La Stampa, la stessa ANSA, ecc.). Noi ne abbiamo parlato in “Nuovo concorso all’INPS: 2.500 posti”.

A detta delle fonti, il bando verrebbe indetto per supplire agli imminenti pensionamenti del personale INPS: si parla, infatti, di circa 3.000 dipendenti che, già negli scorsi anni, hanno riconsegnato il cartellino. Insomma, un’operazione rivolta al cosiddetto cambio generazionale, che dovrebbe avere delle dimensioni tanto ampie da far giustamente gola a parecchi italiani in cerca di occupazione.

Il tam-tam sulla rete non si è fermato nemmeno per un secondo e, forse, è stato alimentato da facili entusiasmi. Tuttavia, andando a scorgere nella pagina web dell’Inps dedicata a bandi e concorsi, non si intravede nemmeno l’ombra di un concorso imminente o futuro che sia. Non solo. L’unica notizia ufficiale che si rinviene è la conferma del cattivo stato di salute dei conti dell’Ente previdenziale: secondo le ultime stime, il buco nel bilancio dell’Inps, pur essendo migliorato su base annua (si parla di un +1,1miliardi rispetto alle previsioni aggiornate del 2014), segnerà nel 2015 un disavanzo di 6,7 miliardi. E a peggiorare la situazione si sono inseriti anche i recenti scandali delle false assunzioni presso l’Inps, con truffe da 50 milioni nel salernitano.

Quanto è fondata allora, in uno scenario simile, la notizia di un possibile bando per assunzione di 2.500 nuovi impiegati?

Tutto parte dal decreto legge sulla pubblica amministrazione, approvato a fine dello scorso anno, con il quale, nel tentativo di “svecchiare” il personale in forza presso gli enti pubblici, il Governo ha consentito il pensionamento “forzoso” di dirigenti e pubblici dipendenti che abbiano raggiunto l’età pensionabile.

A ciò si aggiunge la notizia (anch’essa ufficiale) secondo cui l’organico dell’Istituto di previdenza è particolarmente anziano: l’età media è di circa 57 anni. Dunque, ai 3.000 pensionamenti già formalizzati, un numero altrettanto elevato potrebbe arrivare nei prossimi due anni.

Le voci di corridoio, comunque, filtrano da diverso tempo. Da tempo si parla di questo bando: inizialmente si parlava di 500 nuove assunzioni. Oggi il numero è cresciuto a 2.500.

Nel frattempo, ti ricordiamo che, se vuoi tenerti aggiornato sull’eventuale uscita del bando, basta restare iscritti alla nostra newsletter. Per iscriverti alla nostra newsletter clicca qui.

Materie e preparazione

Per quanto invece riguarda le materie e la formazione che sarà opportuno possedere in vista del superamento dell’eventuale esame, ci siamo rifatti all’ultimo concorso indetto dall’Inps e che risale al 2007. Si tratta di competenze basate su studi giuridici, conoscenze di funzionamento della pubblica amministrazione e dell’informatica (ivi compreso l’uso del personal computer). Per il personale dell’area B è richiesta anche la conoscenza di una lingua straniera.

Per sapere come prepararsi all’eventuale bando, leggi il nostro approfondimento: “Concorso Inps 2015: come prepararsi al meglio al bando”.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI