Diritto e Fisco | Articoli

Separazione/divorzio: la donazione tra ex può essere revocata?

16 Febbraio 2015


Separazione/divorzio: la donazione tra ex può essere revocata?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 Febbraio 2015



Diritto di famiglia: in caso di divorzio, può un coniuge chiedere la revoca delle donazioni fatte dall’altro prima del matrimonio?

Quando finisce un matrimonio si pensa a dividere tutto, finanche il cane. Ma, a volte, le discussioni sorgono proprio per le cose di minor valore, come, per esempio, gli oggetti frutto di donazioni.

Ma la legge prevede che i regali fatti durante il matrimonio non sono più revocabili e, quindi, non possono neanche essere divisi (nei pochi casi in cui ciò sia possibile in natura).

La donazione è, infatti, in base alla nostra legge, un contratto. O meglio – per dirla in gergo tecnico – un “contratto a titolo gratuito”, ossia senza previsione di corrispettivo.

Il codice civile [2] elenca una serie di casi specifici in presenza dei quali è possibile chiedere la revoca della donazione e, quindi, ritornare nella proprietà degli oggetti regalati. Si tratta di cause tassative, che, tra l’altro nulla hanno a che vedere con i rapporti tra i coniugi e tantomeno con il caso di separazione o divorzio.

In sintesi, le donazioni possono essere revocate per ingratitudine in presenza di fatti determinati (si tratta di alcuni gravi fatti che comportano l’indegnità a succedere, o nei casi in cui il donatario si sia reso colpevole di ingiuria grave verso il donante, abbia arrecato grave pregiudizio al suo patrimonio o gli abbia rifiutato gli alimenti dovuti) o anche per sopravvenienza di figli.

Per poter chiedere la revoca della donazione, comunque, bisogna agire davanti al giudice entro termini specifici.

In ogni caso, non si possono revocare mai le donazioni fatte in occasione di servizi resi o comunque in conformità agli usi [3]; e nemmeno le donazioni fatte in previsione di un matrimonio futuro, sia dagli sposi tra loro, sia da altri a favore di uno o di entrambi gli sposi o dei figli nascituri da questi [4].

Solo l’annullamento del matrimonio, però, comporta la nullità della donazione.

note

[1] Art. 769 cod. civ.

[2] Art. 800 cod. civ.

[3] Art. 770 cod. civ.

[4] Art. 784 cod. civ.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI