Professionisti: arriva la e-fattura; addio anche scontrini cartacei

18 febbraio 2015


Professionisti: arriva la e-fattura; addio anche scontrini cartacei

> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 febbraio 2015



Delega fiscale: in dirittura di arrivo lo schema di decreto sulla fatturazione elettronica.

Se anche il Governo sembra aver messo una pietra sopra (almeno per il momento) l’idea di istituire la tassa sul contante e sui versamenti in banca (per come “minacciato” l’altro ieri), la guerra ai pagamenti non tracciabili è appena iniziata. Difatti, non c’è stato alcun dietrofront sull’intenzione di spingere l’acceleratore sulla fatturazione elettronica anche per le cessioni di beni e prestazioni di servizi tra privati, riproducendo quello schema che già nei rapporti con la pubblica amministrazione è obbligatorio da quest’anno.

La bozza di decreto sulla fatturazione elettronica contiene, infatti, importanti novità per quanto riguarda gli obblighi che, a breve, ricadranno su professionisti e commercianti. Addio agli scontrini, ricevute e fatture di carta: chi lo vorrà (almeno per ora, ma il regime opzionale potrebbe diventare obbligatorio in un momento successivo) potrà aderire al sistema di trasmissione delle fatture elettroniche e all’invio giornaliero dei corrispettivi direttamente all’Agenzia delle Entrate. In pratica nasceranno scontrini e ricevute digitali.

La deadline potrebbe essere quella del 1° gennaio 2017 o l’anno successivo: tutto dipende dai tempi in cui verrà aggiudicato l’appalto per la realizzazione della banca dati con le relative strutture tecnologiche.

Con la fatturazione elettronica verranno inoltre cancellati una serie di adempimenti come lo “spesometro”, le comunicazioni black list e le “dichiarazioni di intento”.

Lo bozza di legge su cui sta lavorando il Governo prevede la scelta dell’invio dei dati tra due diverse modalità, entrambe telematiche:

– o la trasmissione solo di alcuni dati della fattura dirattamente al fisco;

– oppure una vera e propria fatturazione elettronica: in pratica, acquirente e venditore si scambieranno la fattura attraverso una piattaforma (creata per la fatturazione elettronica con la pubblica amministrazione), ossia il Sistema di interscambio (Sdi). In questo modo i dati saranno acquisiti automaticamente dal Fisco con una digitalizzazione a tutto tondo dell’adempimento.

Sempre a dal 1° gennaio 2017, per i professionisti prenderà piede un cassetto fiscale aggiornato dallo stesso contribuente: per quest’ultimo, infatti, scatterà l’obbligo di trasmettere i dati delle fatture emesse e di quelle rettificative, nonché delle fatture ricevute. Il tutto mantenendo nella propria contabilità tutte le transazioni finanziarie con soggetti non residenti di importi pari o superiori a mille euro.

 
I VANTAGGI

Per i contribuenti che aderiranno al sistema della e-fattura ci sarà una riduzione dei controlli fiscali e una corsia preferenziale sui rimborsi Iva con la cancellazione del visto di conformità o delle garanzie per i rimborsi superiori ai 15mila euro.
Per il Fisco, ovviamente, il nuovo sistema comporterà un’arma in più nella lotta all’evasione fiscale, specie per l’Iva che, attualmente, è il tributo più evaso in Italia.

Con i dati disponibili in tempo reale, l’Agenzia delle Entrate potrà “mirare” gli incroci dei dati già in suo possesso come quelli delle dichiarazioni Iva, gli F24, i bonifici bancari e quelle contenute nell’anagrafe dei conti correnti.
 

LO SCONTRINO FISCALE

Anche i commercianti saranno toccati dalla riforma. In particolare verranno obbligati a emettere lo scontrino digitale al posto di quello cartaceo per come è attualmente. Il commerciante, inoltre, verrà obbligato a inviare giornalmente nel cassetto fiscale tutti i dati dei corrispettivi.

Questi viaggeranno sui registratori di cassa, adeguatamente aggiornati o di nuova generazione, ma anche su strumenti mobili come smartphone e tablet. Per l’acquisto di tali nuovi apparecchi sarà concesso un credito di imposta in modo da aggiornare la tecnicologia dei negozi.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI