Insegnanti precari: risarcimento automatico e stabilizzazione in vista

24 febbraio 2015


Insegnanti precari: risarcimento automatico e stabilizzazione in vista

> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 febbraio 2015



Spunta la norma che riconosce un indennizzo ai docenti che hanno lavorato con contratti a termine oltre il tetto dei 36 mesi onde ridurre i contenziosi dopo la sentenza Ue di fine novembre.

Mai più precari a vita: dopo la recente sentenza della Corte di Giustizia europea che ha condannato lo Stato italiano per il ripetuto utilizzo dei contratti a termine nel pubblico impiego (oltre il limite legale dei 36 mesi), e le successive sentenze che aprono la porta al risarcimento del danno e alla stabilizzazione, il Governo ha deciso di sanare la situazione ormai sul punto di esplodere. Venerdì, infatti, il Consiglio dei Ministri approverà il decreto “Buona Scuola” che prevede risarcimenti automatici per i precari e stabilizzazioni immediate.

Risarcimenti

Il “maxi-indennizzo”, studiato per evitare l’effetto a cascata della sentenza Ue, sarà così strutturato.

Ai professori precari che ne faranno espressa domanda verrà riconosciuto un risarcimento:

– pari a 2,5 mensilità se hanno lavorato da 3 a 5 anni con contratto a termine su posti vacanti e disponibili;

– pari a 6 mensilità se hanno lavorato da 5 a 10 con contratto a termine su posti vacanti e disponibili

– pari a 10 mensilità per “precariati” di oltre 10 anni.
Stabilizzazioni

La notizia più attesa è la stabilizzazione di 120-130mila precari il prossimo 1° settembre. La legge di Stabilità 2015, a tal fine, ha messo da parte una dote di 1 miliardo di euro per gli ultimi 4 mesi 2015 e 3 miliardi a regime. Gran parte degli stabilizzandi arriverà dalle graduatorie a esaurimento (che quindi non si svuoteranno). Si pescherà pure, secondo il fabbisogno delle scuole, dalle graduatorie di istituto.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI