HOME Articoli

Lo sai che? Tabelle millesimali: cosa sono, a cosa servono e come si modificano

Lo sai che? Pubblicato il 25 febbraio 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 25 febbraio 2015

Consigli legali destinati ad amministratori e condomini per gestire nel modo migliore la redazione, la gestione e la modifica delle tabelle millesimali.

Le tabelle millesimali, croce e delizia della vita dei condomini italiani, hanno tre funzioni essenziali: innanzitutto quella di regolare la ripartizione delle spese per la gestione, la manutenzione e la conservazione dei beni comuni che costituiscono il condominio stesso e quelle per l’erogazione dei servizi comuni (pulizia, illuminazione ecc.).

Contemporaneamente le tabelle assolvono alla ulteriore e fondamentale funzione di individuare il valore proporzionale di ogni unità immobiliare rispetto al valore complessivo dell’immobile condominiale ed in tal modo individuano anche il limite, per ciascun condomino, di utilizzo e godimento dei beni e dei servizi comuni.

 

Infine, le tabelle svolgono la funzione di verificare (proprio attraverso i millesimi) la validità delle assemblee condominiali e di calcolare le relative maggioranze.

 

Ciò premesso, va detto che le tabelle millesimali sono usualmente compilate da professionisti abilitati (geometri o ingegneri) e che in base alle nuove norme di Legge [1] possono essere rettificate o modificate:

 

sempre, se tutti i condomini acconsentono (unanimità);

– con la maggioranza di legge [2] (e cioè con numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell’edificio) se sono state compilate erroneamente o se sono, nel frattempo, mutate le condizioni di una parte dell’edificio in modo tale che risulti alterato per più di un quinto il valore anche di una sola unità immobiliare (si pensi ai casi non infrequenti di realizzazione di verande o di allargamento di superfici).

I millesimi attribuiti a ciascuna unità immobiliare non possono né devono essere presi a parametro del valore di mercato dell’appartamento, non essendo quella la funzione delle tabelle.

Infine, le tabelle millesimali sono spesso più di una: oltre quella generale, infatti, sono sovente compilate quelle destinate a ripartire le spese per le scale e l’ascensore (secondo i diversi criteri stabiliti dalla legge [3]) e talvolta altre tabelle qualora siano da disciplinare l’uso e la ripartizione delle spese di altri servizi comuni condominiali (ad es. eventuali impianti sportivi condominiali).

note

[1] Art. 69 disp. att. cod. civ.;

[2] Art. 1136, secondo comma, cod. civ.;

[3] Art. 1124 cod. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI