Diritto e Fisco | Articoli

È giusto che i giudici paghino? Il sondaggio

27 febbraio 2015


È giusto che i giudici paghino? Il sondaggio

> Diritto e Fisco Pubblicato il 27 febbraio 2015



Il superamento della legge Vassalli: un attacco alle toghe, una delegittimazione della magistratura?

Con la nuova riforma sulla responsabilità dei giudici è stato posto un importante tassello in tema di risarcimenti del cittadino nei confronti delle toghe: in particolare, come abbiamo spiegato nell’articolo “Responsabilità dei giudici: cosa cambia con la nuova legge”, ora colui che si senta danneggiato da una sentenza potrà fare causa allo Stato, senza prima subire il “filtro di ammissibilità” della domanda da lui proposta: in pratica, se in precedenza le azioni giudiziarie ricevevano un previo vaglio di fondatezza, che finiva per “spezzare le gambe” a numerose richieste di risarcimento, oggi questo filtro non ci sarà più. Inoltre, se lo Stato perderà la causa sarà adesso obbligato a rivalersi contro il giudice.

Neanche a dirlo, l’Associazione Magistrati è in rivolta: si tratta di una vera e propria rivoluzione contro i giudici, un assalto alla magistratura e all’indipendenza delle toghe, hanno fatto sapere dai vertici.

Con toni sprezzanti e critici, i rappresentanti delle toghe hanno parlato di un complotto volto a “delegittimare la magistratura: questa legge è un attacco alla legittimazione dei magistrati davanti alla comunità”.

Matteo Renzi invece ha salutato la riforma con un tweet: “Responsabilità civile dei magistrati: una firma attesa da 28 anni. Un gesto di civiltà”, scavando ancora di più il baratro che separa il suo governo dai magistrati.

Il ministro della Giustizia dice che la legge “tutelerà di più i cittadini” ma l’Anm ribatte che invece “li danneggerà”, soprattutto “i più deboli”.

E tu cosa ne pensi? Rispondi al nostro sondaggio


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI