Riapertura dei termini del bando per la copertura di 1031 posti presso gli uffici giudiziari

28 Febbraio 2015 | Autore:
Riapertura dei termini del bando per la copertura di 1031 posti presso gli uffici giudiziari

Il Ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria del Personale e dei Servizi ha ripubblicato il bando per la copertura di 1031 posti a tempo pieno e indeterminato.

Con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale è indetta la procedura di mobilità volontaria esterna per la copertura di 1031 posti a tempo pieno e indeterminato presso il Ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria del Personale e dei Servizi per la copertura dei posti vacanti degli uffici giudiziari.

È stato quindi ripubblicato il bando del 25 novembre 2014 con conseguente riapertura dei termini: per presentare le domande c’è tempo fino al 29 marzo 2015. I posti da coprire riguardano vari profili professionali di organizzazione giudiziaria così suddivisi:

– 88 posti di direttore amministrativo – area III;

– 739 posti di funzionario giudiziario – area III;

– 8 posti di funzionario contabile – area III;

– 29 posti di cancelliere – area II;

– 7 posti di assistente informatico – area II;

– 160 posti di assistente giudiziario – area II.

Tutte le informazioni relative al bando, con l’elenco completo dei posti vacanti, il facsimile della domanda e la tabella di valutazione possono essere recuperate al seguente indirizzo.

Le domande devono essere indirizzate a:

Ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria del Personale e dei Servizi – Direzione Generale del Personale e della Formazione – Ufficio III Concorsi e Assunzioni

Via Arenula n. 70 – 00186 ROMA

Inoltre le domande possono essere consegnate a mano, inviate tramite Raccomandata con avviso di ricevimento o inviate tramite PEC all’indirizzo mobilitagiustizia.dog@giustiziacert.it.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube