Indetta sessione di esami per patrocinanti in Cassazione!

4 Marzo 2015 | Autore:
Indetta sessione di esami per patrocinanti in Cassazione!

Il Ministero della Giustizia ha indetto una sessione di esami per l’iscrizione nell’albo speciale per il patrocinio davanti alla Corte di Cassazione ed alle altre giurisdizioni superiori.

Facendo seguito al decreto del 23 febbraio 2015, il Ministero della Giustizia – Dipartimento per gli Affari di Giustizia – Direzione Generale della Giustizia Civile, ha pubblicato un nuovo bando di esame per l’iscrizione nell’albo speciale per il patrocinio davanti alla Corte di Cassazione ed altre giurisdizioni superiori per l’anno 2015.

Le domande devono pervenire entro il 9 aprile 2015 redatte in carta da bollo al seguente indirizzo:

Ministero della Giustizia

Dipartimento per gli Affari di Giustizia

Direzione Generale della Giustizia Civile

Ufficio III

Via Arenula, 70, 00186 Roma

Sono accettate anche le domande inviate per raccomandata con avviso di ricevimento: in questo caso fa fede il timbro e la data dell’ufficio postale.

Possono essere ammessi all’esame tutti gli iscritti nell’albo degli avvocati che:

– hanno esercitato la professione per almeno cinque anni dinanzi ai Tribunali ed alle Corti di Appello o per almeno un anno qualora già iscritti all’albo degli avvocati al momento dell’entrata in vigore della legge 24 febbraio 1997, n. 27;

– hanno compiuto lodevole e proficua pratica di almeno cinque anni presso lo studio di un avvocato che eserciti abitualmente il patrocinio davanti alla Corte di Cassazione.

L’esame consisterà in prove scritte e orali. Per essere dichiarati idonei i candidati devono conseguire complessivamente una media di sette decimi avendo riportato non meno di sei decimi sia nelle prove scritte che in quella orale.

Per maggiori dettagli su questo bando è possibile consultare la pagina dedicata sul sito del Ministero della Giustizia reperibile al seguente indirizzo.


note

Fonte immagine: 123RF COM


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube