Diritto e Fisco | Articoli

Sanità, nuovi posti ai precari: firmato il decreto

4 Marzo 2015
Sanità, nuovi posti ai precari: firmato il decreto

Varata la procedura concorsuale per rispondere all’emergenza ospedali.

È stato appena firmato un Dpcm (Decreto Presidente Consiglio Ministri) volto a stabilizzare gli oltre 32mila precari presenti negli ospedali [1]. Lo ha reso noto il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Il decreto mira a risolvere la carenza di organico nelle aziende ospedaliere a causa del blocco del turnover.

Verranno così avviate procedure concorsuali riservate appunto al personale precario degli enti del Servizio Sanitario Nazionale, da espletate entro il 2018 e non più entro il 2016, e saranno consentite in misura non superiore al 50% delle risorse finanziarie disponibili per assunzioni a tempo indeterminato.

Requisiti

Potranno accedere alla stabilizzazione i precari che abbiano prestato un servizio effettivo di almeno tre anni nel quinquennio precedente.

Si tratta di 32 mila 235 soggetti in totale (7.400 medici e il resto composto da personale dirigente e non, per lo più infermieristico), per lo più assunti con contratto a tempo determinato e lavoratori interinali.

Le procedure previste sono riservate al personale del comparto sanità e a quello appartenente all’area della dirigenza medica e del ruolo sanitario degli enti del Ssn. Il Dpcm disciplina anche le procedure di reclutamento speciale per lavori socialmente utili (Lsu) e per lavori di pubblica utilità (Lpu) e la proroga dei contratti di lavoro a tempo determinato che si programma di stabilizzare.

Potrà inoltre partecipare al suddetto concorso sia il personale dedicato alla ricerca in sanità, sia il personale medico dei servizi di emergenza e urgenza delle aziende sanitarie locali, con almeno cinque anni di prestazione continuativa, seppure non in possesso della specializzazione in medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza.


note

[1] In attuazione della legge n. 101/13 “Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni” (convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2013 n. 125).

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube