Diritto e Fisco | Articoli

Sanità, nuovi posti ai precari: firmato il decreto

4 marzo 2015


Sanità, nuovi posti ai precari: firmato il decreto

> Diritto e Fisco Pubblicato il 4 marzo 2015



Varata la procedura concorsuale per rispondere all’emergenza ospedali.

È stato appena firmato un Dpcm (Decreto Presidente Consiglio Ministri) volto a stabilizzare gli oltre 32mila precari presenti negli ospedali [1]. Lo ha reso noto il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Il decreto mira a risolvere la carenza di organico nelle aziende ospedaliere a causa del blocco del turnover.

Verranno così avviate procedure concorsuali riservate appunto al personale precario degli enti del Servizio Sanitario Nazionale, da espletate entro il 2018 e non più entro il 2016, e saranno consentite in misura non superiore al 50% delle risorse finanziarie disponibili per assunzioni a tempo indeterminato.

Requisiti

Potranno accedere alla stabilizzazione i precari che abbiano prestato un servizio effettivo di almeno tre anni nel quinquennio precedente.

Si tratta di 32 mila 235 soggetti in totale (7.400 medici e il resto composto da personale dirigente e non, per lo più infermieristico), per lo più assunti con contratto a tempo determinato e lavoratori interinali.

Le procedure previste sono riservate al personale del comparto sanità e a quello appartenente all’area della dirigenza medica e del ruolo sanitario degli enti del Ssn. Il Dpcm disciplina anche le procedure di reclutamento speciale per lavori socialmente utili (Lsu) e per lavori di pubblica utilità (Lpu) e la proroga dei contratti di lavoro a tempo determinato che si programma di stabilizzare.

Potrà inoltre partecipare al suddetto concorso sia il personale dedicato alla ricerca in sanità, sia il personale medico dei servizi di emergenza e urgenza delle aziende sanitarie locali, con almeno cinque anni di prestazione continuativa, seppure non in possesso della specializzazione in medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza.

note

[1] In attuazione della legge n. 101/13 “Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni” (convertito, con modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2013 n. 125).

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI