Assicurazioni: cambiano documenti e comunicazioni

5 marzo 2015


Assicurazioni: cambiano documenti e comunicazioni

> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 marzo 2015



Il nuovo regolamento Ivass in attuazione del decreto Crescita 2.0: stop alle richieste di documentazioni superflue; comunicazioni tramite posta elettronica.

Cambiano i rapporti tra assicurazioni e clienti con il nuovo regolamento Ivass [1] sulla semplificazione delle procedure e adempimenti uscito due giorni fa: un regolamento imposto dall’ultimo Decreto Crescita [2] e che modifica diversi aspetti della vita degli assicurati.

Cosa cambia?

Entra innanzitutto di scena l’eliminazione di tutta la documentazione inutile richiesta ai clienti e di cui l’assicurazione è comunque già in possesso o può recuperarla agevolmente. Dunque gli assicurati, sia in fase di stipula di polizze sia nella gestione dei sinistri, non saranno più tenuti a presentare una serie interminabile di scartoffie solo per gestire pratiche che, invece, potrebbero essere definite in modo più agevole.

In secondo luogo le comunicazioni: ora potranno avvenire anche attraverso la posta elettronica certificata, fermo restando che si potranno ricevere e trasmettere documentazione precontrattuale e contrattuale attraverso posta elettronica semplice. Gli operatori vengono pure sollecitati all’utilizzo della “firma elettronica avanzata, qualificata, digitale e grafometrica per la sottoscrizione della polizza e della documentazione relativa al contratto di assicurazione”.

Il regolamento prevede poi l’obbligo per le compagnie di assicurazione di mettere a disposizione del cliente, senza oneri aggiuntivi, gli strumenti di pagamento elettronici, anche nella forma on line, per pagare i premi.

Successivi interventi di semplificazione sono previsti per una più ampia rivisitazione dei contenuti dell’informativa precontrattuale e contrattuale, in relazione ai quali è stata avviata una fase informale di confronto con l’ANIA e con le Associazioni di categoria sopra richiamate.

Le nuove norme richiederanno per le imprese e per gli intermediari adeguamenti organizzativi che saranno compensati dai benefici in termini di riduzione dei costi di stampa, trasmissione, conservazione e consegna della modulistica.

Per contro, i clienti, a richiesta, potranno usufruire di metodi di consegna e conservazione della documentazione precontrattuale e contrattuale in formato elettronico, con conseguenti indubbi vantaggi.

note

[1] Ivass regolamento n. 8 del 3.03.2015.

[2] Dl 179/2012, art. 22.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI