Bonus Inps per donne disoccupate

10 marzo 2015


Bonus Inps per donne disoccupate

> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 10 marzo 2015



Incentivo per qualsiasi età per le donne senza impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi.

Se sei una donna e non hai un impiego da oltre sei mesi, rientri nei requisiti richiesti dall’Inps per erogare il cosiddetto bonus disoccupazione. E questo a prescindere dall’età. Lo ha appena comunicato il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti.

È, infatti, di nuovo possibile richiedere l’incentivo all’Inps per donne di qualsiasi età e disoccupate da oltre sei mesi.

Ad erogare il bonus sarà l’Inps.

Unico limite è essere residenti in una delle Regioni ammissibili ai finanziamenti nell’ambito dei fondi strutturali dell’Unione europea.

La funzione dell’incentivo è il reinserimento occupazionale del gentil sesso nel mondo del lavoro nelle aree del territorio italiano particolarmente svantaggiate.

Non si tratta di una novità. Il bonus era stato, infatti, già varato nel luglio del 2014: dal primo luglio 2015 infatti è possibile richiedere l’erogazione dei contributi per le assunzioni, per le proroghe e le trasformazioni dei rapporti di lavoro esistenti.

Come funziona?

Le aziende che assumeranno donne disoccupate da almeno un semestre, residenti nelle aree più svantaggiate del Paese, avranno una riduzione del 50% dei contributi previdenziali a loro carico: un bel guadagno per il datore di lavoro, posto l’enorme peso che, nel nostro Paese, ha il costo del lavoro.

Quanto dura il bonus?

Chi assumerà donne disoccupate nell’ambito del programma in commento potrà usufruire del bonus per i seguenti termini temporali:

– 12 mesi se assume una donna con contratto a tempo determinato;

 

– 18 mesi se assume una donna con contratto a tempo indeterminato o se trasforma un contratto a tempo determinato in uno a tempo indeterminato.

Regioni

Ecco le Regioni nelle quali opererà il bonus: Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Basilicata in tutta la superficie regionale, mentre per le regioni di Emilia Romagna, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Sardegna, Toscana, Valle d’Aosta, Veneto, Abruzzo, Molise, Lazio, Liguria, Lombardia solo per alcune aree e comuni.

Come richiedere il Bonus

L’interessato dovrà recarsi negli uffici Inps nelle Regioni in cui è attivata la procedura oppure consultare il sito dell’Istituto Nazionale per la previdenza sociale.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

12 Commenti

  1. Una donna che non ha mai lavorato, è stata sempre casalinga, con età di oltre settant’anni, indipendentemente dal reddito di famiglia, spetta comunque il bonus che il ministro ha annunciato?

  2. Una donna che ha lavorato por poco tempo, e poi è stata sempre casalinga, con età di sessanta nove anni, indipendentemente dal reddito di famiglia, spetta comunque il bonus che il ministro ha annunciato?

  3. che cazzate…. il bonus è a tutto vantaggio delle aziende che assumeranno , alle donne solo il posta di lavoro magari mal pagato…..ennesimo sfruttamento

  4. La donna che ha svolto solo il lavoro di casalinga età 52 ha diritto albonus? Inoltre se versa dei contributi volontari di euro 26,00 mensili a 57 anni a diritto ad una pensione?

  5. Ho 66 anni ho versato contributi all’Inps per 14 anni e sono casalinga da 22,potrei avere diritto alla pensione?

  6. Scusate io sono disoccupata ma vorrei sapere se il tempo di disoccupazione viene riconosciuto x la pensione grazie!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI