Diritto e Fisco | Articoli

Se il mutuo con la banca è firmato da un funzionario senza poteri

15 marzo 2015


Se il mutuo con la banca è firmato da un funzionario senza poteri

> Diritto e Fisco Pubblicato il 15 marzo 2015



Il contratto è solo inefficace per il rappresentato, ma l’Istituto di credito può ratificare la condotta del proprio dipendente anche in un momento successivo con comportamenti concludenti.

Anche il funzionario di banca, per stipulare un mutuo con il cliente, deve essere munito dei poteri necessari a firmare l’atto pubblico: poteri che gli siano stati attribuiti formalmente dalla direzione (per scritto) e che, in questo modo, lo autorizzino a impegnare l’istituto di credito.

Ma che succede se il cliente si accorge che il finanziamento è stato siglato da un funzionario privo di poteri di rappresentanza, ossia che alcuna procura questi aveva ricevuto dai vertici?

I chiarimenti arrivano dalla sentenza della Cassazione di venerdì scorso [1]. Secondo i supremi giudici, in questi casi il contratto è inefficace, ma lo è solo nei confronti del falso rappresentato, ossia la banca, ferma restando la possibilità per quest’ultima di ratificare, anche in un momento successivo, l’operato del proprio dipendente.

Attenti a non farvi facili illusioni

Se un contratto viene firmato per conto vostro da un soggetto da voi mai delegato espressamente a rappresentarvi, non siete tenuti a rispettare l’impegno (vi sarà tenuto, a tutto voler concedere, il “falso rappresentante”). Ma ben potreste, in un momento successivo, ritenere che il suo operato è per voi vantaggioso e, quindi, volervene avvantaggiare, confermando così l’impegno assunto nei vostri confronti dal rappresentante senza poteri.

Ebbene, questo è il senso della disciplina che detta il codice civile in tema di rappresentanti senza i poteri di firma. In buona sostanza, il contratto è inefficace per il rappresentato, ma non per il falso rappresentante che, in assenza di ratifica del contratto da parte del primo, sarà tenuto in prima persona a rispettare l’impegno assunto senza poteri.

I rapporti con la banca

Non siamo nell’ambito del diritto tributario dove la mancanza di poteri del funzionario dell’Agenzia delle Entrate che firma l’accertamento fiscale rende nulla la richiesta di pagamento e la successiva cartella esattoriale.

Qui, invece, si tratta di rapporti tra soggetti privati, dove le parti sono ben libere di concordare quanto meglio credono nel proprio interesse, ivi compreso ratificare “ex post” l’operato di chi ha agito in loro vece senza rappresentanza.

E, nella sentenza in commento, la Cassazione chiarisce questo: la ratifica, da parte dei vertici della banca, volta a confermare il mutuo sottoscritto da chi non aveva i poteri potrebbe sopraggiungere anche attraverso comportamenti concludenti, ossia se, nei fatti, la banca dimostri di voler adempiere al contratto di finanziamento e, quindi, di dargli esecuzione a tutti gli effetti.

In pratica, la volontà dell’Istituto di credito di “appropriarsi” degli effetti del negozio non deve essere espressa con formule sacramentali, ma solo “in modo inequivoco”.

La sentenza

La Cassazione, nel respingere il ricorso del cliente che non voleva pagare il finanziamento, ha affermato che il contratto concluso dal rappresentante senza potere non è nullo e neppure annullabile, ma soltanto inefficace nei confronti dello pseudo rappresentato.

La ratifica della banca ha effetti retroattivi, e non deve essere espressa necessariamente con un atto scritto e con formule particolari, ma solo in modo in equivoco, in modo da dimostrare la volontà del rappresentato di fare proprio l’atto compiuto in suo nome dal rappresentante senza poteri.

Dunque, desistete dall’intraprendere un giudizio contro la vostra banca che, certamente, vi vedrebbe soccombenti.

note

[1] Cass. sent. n. 5105 del 13.03.15.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI