Lavoro e Concorsi | Articoli

Il Parlamento europeo cerca avvocati e giuristi

14 marzo 2015


Il Parlamento europeo cerca avvocati e giuristi

> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 14 marzo 2015



Professionisti del settore legale per lavorare come ricercatori e consulenti nella Commissione giuridica del Parlamento UE.

Il Parlamento europeo si mette alla ricerca di giuristi di alto livello da destinare alla Commissione giuridica affinché rendano consulenze e servizi associati (per es. partecipando alle riunioni della Commissione).

Le materie per le quali vengono richieste competenze sono:

– cooperazione giudiziaria in materia civile, inclusi diritto processuale e diritto internazionale privato (lotto 1);

– diritto contrattuale (lotto 2);

– diritto delle società (lotto 3);

– diritto di proprietà intellettuale (lotto 4);

– diritto amministrativo, compreso il diritto amministrativo (lotto 5).

I concorrenti potranno partecipare ad uno o a più lotti contemporaneamente (ma è comunque necessaria una domanda di candidatura diversa per ciascun singolo lotto).

Le competenze dovranno essere fornite sotto forma di note informative, studi e altre forme – su specifica richiesta – entro un intervallo di tempo limitato e definito.

Non vi sono numeri massimi di assunzione. Il Parlamento ha infatti comunicato di voler nominare un numero illimitato di contraenti per ogni lotto.

Requisiti

Tra i requisiti richiesti vi è un’esperienza professionale e/o accademica di almeno tre anni nel settore dello specifico lotto per il quale viene presentata la candidatura. L’esperienza deve essere maturata dopo la laurea in un settore rilevante per il lotto per cui si presenta offerta.

Chi ambisce al posto di “capo progetto” deve dimostrare un’esperienza professionale e/o accademica di almeno cinque anni.

Chi, infine, aspira a diventare “ricercatore senior” dovrà avere almeno otto anni di esperienza.

Ovviamente, bisognerà conoscere alla perfezione il diritto dell’Unione Europea e il funzionamento dei singoli organi.

Valutazione dei candidati

La valutazione delle competenze e capacità sarà effettuata sulla base delle seguenti informazioni che gli offerenti dovranno fornire:

– i titoli e le qualifiche professionali, inclusi quelli dei prestatori di sottoservizi o dei subappaltatori se pertinente;

– una raccolta di pubblicazioni su tematiche rilevanti nella stampa accademica specializzata realizzate negli ultimi cinque anni;

– un elenco di servizi simili prestati entro gli ultimi cinque anni, con indicazione delle somme, delle date e dei destinatari;

– la prova di iscrizione a reti di ricerca accademiche o «serbatoi d’idee» o altre indicazioni di eccellenza scientifica come riconoscimenti, finanziamenti per progetti di ricerca e simili;

– la prova di articoli rilevanti che affrontino questioni del quadro istituzionale dell’Ue, esperienza di lavoro in un settore legato alle questioni dell’Ue, partecipazione a conferenze, corsi ecc. su materie connesse alla Ue.

Scadenza per presentare le domande

Il termine di scadenza per presentare le offerte di partecipazione è il 14 aprile 2015.

Il bando

Per leggere il testo integrale dell’offerta di candidatura, vai su http://www.europarl.europa.eu/tenders/invitations.htm.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI