Diritto e Fisco | Articoli

Maxi concorso Agenzia Entrate, gli argomenti delle prove nel dettaglio

19 marzo 2015 | Autore:


> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 19 marzo 2015



Quali sono le discipline specifiche in cui prepararsi per il bando di assunzione di 892 funzionari all’Agenzia delle Entrate.

Dopo anni di stallo, finalmente il 2015 è stato foriero di buone notizie, dal punto di vista delle assunzioni pubbliche. Oltre ai bandi del Ministero della Difesa e della Giustizia, ed a quelli collegati al progetto Ripam Formez, difatti, è recentemente uscito un nuovo concorso per l’assunzione di ben 892 funzionari amministrativi, presso l’Agenzia delle Entrate.

In un precedente nostro articolo, abbiamo già avuto modo di introdurre le specifiche della procedura, illustrando le prove da affrontare, nonché le materie su cui verteranno.

Un aspetto che non avevamo ancora trattato, tuttavia, è quello del dettaglio degli argomenti sui quali prepararsi; per la maggior parte dei candidati, logicamente, è impossibile ottenere una conoscenza completa delle materie oggetto d’esame, poiché gli aspetti da studiare sono numerosissimi, ed il tempo è relativamente poco. Ancora non siamo a conoscenza del calendario delle prove, che sarà pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate soltanto il 21 aprile, ma, a prescindere da quelle che saranno le date prescelte, siamo sicuri che almeno le due verifiche scritte saranno svolte entro il 2015; pertanto, anche se il concorso è riservato a chi possiede già, in quanto laureato, una buona conoscenza di base di alcune discipline, è molto difficile che i partecipanti abbiano una padronanza completa di tutti i settori elencati. Per di più, se aggiungiamo a tale questione un’altra problematica molto diffusa, ovvero la mancanza di tempo, poiché molti degli aspiranti funzionari lavorano o sono notevolmente impegnati nell’arco della giornata, comprendiamo che risulti impossibile, per la quasi totalità dei soggetti, studiare ogni materia a 360°.

È allora utile capire quali siano gli ambiti fondamentali, per orientarsi sulle nozioni imprescindibili di ogni settore: vediamo insieme, passo dopo passo, gli argomenti di cui si raccomanda lo studio approfondito.

Prima Prova, o Prova Oggettiva Attitudinale:

Questa verifica (per superare la quale occorrerà un punteggio di 24/30) consiste in una serie di test a risposta multipla , sul ragionamento logico, numerico e verbale, finalizzati ad accertare il possesso delle capacità di base, necessarie per sviluppare la professionalità richiesta dalle future mansioni.

Di conseguenza, per prepararsi alla prova oggettiva attitudinale sarà opportuno, in primis, capire la ratio alla base dei quiz, e, solo successivamente, esercitarsi nelle varie tipologie di test: bisognerà dunque comprendere il ragionamento verbale, effettuare un ripasso generale di grammatica, approfondire le serie e le analogie figurali, il ragionamento numerico e numerico-deduttivo, il ragionamento critico-verbale e critico-numerico.

Nel dettaglio, ecco gli argomenti “chiave” che si raccomandano di studiare, per superare la prima verifica:

– Comprensione e ragionamento verbale

– Grammatica, Serie ed analogie figurali

– Ragionamento numerico e numerico-deduttivo, ragionamento critico-verbale e critico-numerico

– Relazioni di ordini e grandezza, Insiemi, Ragionamento astratto e abilità visive

– Aritmetica, Algebra , Problem-solving, abbinamento termini-numeri, equazioni letterali e simboliche.

 

 

Seconda Prova, o Prova oggettiva tecnico-professionale

In questa fase della procedura, si dovranno affrontare diversi quesiti a risposta multipla, per verificare la conoscenza delle seguenti materie giuridico-economiche:

– diritto tributario;

– diritto civile e commerciale;

– diritto amministrativo;

– elementi di diritto penale;

– contabilità aziendale;

– organizzazione e gestione aziendale;

– scienza delle finanze;

– elementi di statistica.

Logicamente, sono tutte discipline fondamentali per il tipo di attività che i candidati andranno a svolgere. Il fatto che le domande siano a risposta multipla potrebbe, ad un primo sguardo, sembrare un vantaggio: in realtà, essendo la procedura selettiva particolarmente severa, molte risposte potrebbero risultare ingannevoli e simili tra loro, rendendo, di fatto, il superamento della fase molto più arduo, per il partecipante, di quanto lo sarebbe stato con quesiti a risposta aperta.

Sarà necessario, allora, un particolare approfondimento di tutte le materie in elenco; come abbiamo già accennato, dato che è molto difficile , per la maggioranza dei candidati, riuscire a trovare il tempo per una preparazione a 360°, bisognerà focalizzarsi sugli ambiti maggiormente rilevanti.

Di seguito, abbiamo inserito una lista degli argomenti “chiave” , suddivisi per materia, inerenti alla seconda prova, selezionati sia per la basilarità della disciplina, che secondo la frequenza della loro presenza in precedenti bandi analoghi, non solo dell’Agenzia delle Entrate (poiché, data la notevole imprevedibilità, risulterebbe inattendibile), ma di numerosi altri Enti pubblici.

Diritto amministrativo: fonti del diritto, situazioni giuridiche soggettive, gli Enti pubblici, il rapporto di lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione, atti e provvedimenti della P.A., il procedimento amministrativo, il diritto d’accesso, l’informatizzazione della P.A., l’attività negoziale e consensuale, la patologia degli atti, la responsabilità, i beni della P.A., la giustizia amministrativa, la giurisdizione amministrativa ordinaria e speciale.

Diritto civile: Soggetti di diritto, Diritti reali e di credito , Successioni e donazioni ,Obbligazioni, Contratti, Titoli di credito.

Diritto Commerciale: l’Imprenditore, l’impresa e l’azienda, società di persone, società di capitali, società mutualistiche, Enti non commerciali, trasformazione, scissione, fusione, liquidazione, procedure concorsuali.

Elementi di diritto penale : reato, imputabilità, pena, delitti e contravvenzioni contro la P.A.

Diritto Tributario : tributi, fonti, soggetti, tipologie di reddito e d’imposta, Irpef e Ires, Iva , Diritti doganali, Imposte di fabbricazione e consumo , i Monopoli fiscali , altre imposte indirette, Regimi contabili e dichiarazioni, accertamento e riscossione, sanzioni e contenzioso, le entrate tributarie di Regioni, Province, Comuni.

 

Contabilità aziendale: azienda, capitale, reddito, Il metodo della partita doppia, operazioni di gestione e rilevazioni contabili, scritture di assestamento e chiusura, il bilancio d’esercizio, i principi contabili nazionali ed internazionali, l’analisi di bilancio.

Organizzazione e gestione aziendale: le teorie, la struttura organizzativa, la pianificazione strategica, il controllo e l’economicità della gestione, la certificazione di qualità , la contabilità industriale.

Scienza delle finanze: le teorie volontaristiche, Keynes e la finanza congiunturale, i limiti delle politiche fiscali, il fallimento del mercato, attività finanziaria pubblica, analisi benefici-costi, la spesa pubblica, le entrate pubbliche, i principali settori d’intervento pubblico, il bilancio dello Stato.

Elementi di statistica: rappresentazioni grafiche, rapporti statistici, indici, teoria della stima, rappresentazione analitica di variabili, relazioni statistiche, teoria della probabilità, variabili casuali.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI