1200 euro al mese per tirocini al Parlamento Europeo

21 Marzo 2015 | Autore:
1200 euro al mese per tirocini al Parlamento Europeo

Un’ottima opportunità retribuita per approfondire le tematiche comunitarie messa a disposizione dal Parlamento Europeo per studenti universitari o laureati.

Da anni il Parlamento Europeo propone verso il proprio Segretariato generale diverse possibilità di tirocini retribuiti. Si tratta di un’ottima occasione formativa che consente di approfondire le attività svolte in sede comunitaria.

Basti pensare che ogni anno sono più di 7000 i candidati che si propongono per i posti di tirocinanti, e di questi circa l’8% supera la selezione. I tirocini sono rivolti a studenti universitari o laureati, ma è anche previsto un programma speciale per persone con disabilità.

Il tirocinio ha una durata che può andare da 1 a 6 mesi e viene retribuito con una paga mensile di circa 1200 euro. Un’ottima occasione, quindi, per migliorare la propria formazione professionale e al tempo stesso guadagnare qualcosa.

È possibile richiedere tirocini a opzione generale, a opzione giornalismo o per traduttori. Per candidarsi si deve:

– essere cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea o di un paese candidato all’adesione;

– aver compiuto 18 anni alla data di inizio del tirocinio;

– avere una profonda conoscenza di una delle lingue ufficiali dell’Unione europea;

– non aver svolto nessun altro tirocinio o nessun’altra attività lavorativa retribuita per più di quattro settimane consecutive a carico del bilancio dell’Unione europea.

È possibile presentare la propria candidatura per l’attuale fase di selezione dal 15 marzo al 15 maggio (mezzanotte), con inizio tirocinio il 1 ottobre.

La durata dei tirocini a opzione generale e a opzione giornalismo è di 5 mesi non prorogabili, mentre per quelli di traduzione per titolari di diplomi universitari è di tre mesi, prorogabili a titolo eccezionale per una durata massima di tre mesi.

È possibile trovare tutte le informazioni e la modulistica online per le candidature andando sul sito ufficiale.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube