Diritto e Fisco | Articoli

Iscrizione a ruolo dell’esecuzione forzata: nuovi dati da indicare

24 marzo 2015


Iscrizione a ruolo dell’esecuzione forzata: nuovi dati da indicare

> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 marzo 2015



Pignoramenti immobiliari, mobiliari e presso terzi: dal ministero della Giustizia altri dati da indicare per iscrivere a ruolo il processo esecutivo: integrazione dell’art. 159 bis disp. att. cod. proc. civ.

Dal ministero della Giustizia arrivano importanti indicazioni su come compilare la nota di iscrizione a ruolo nel caso di processo esecutivo. Le istruzioni vanno così a integrare la norma contenuta nelle disposizioni di attuazione del codice di procedura civile che così recita [1] per come modificata dalla recente riforma [2]:

La nota d’iscrizione a ruolo del processo esecutivo per espropriazione deve in ogni caso contenere l’indicazione delle parti, nonché le generalità e il codice fiscale, ove attribuito, della parte che iscrive la causa a ruolo, del difensore, della cosa o del bene oggetto di pignoramento.

La stessa norma, però, successivamente, concede al Ministro della Giustizia la possibilità di indicare, con proprio decreto, ulteriori dati da inserire nella nota di iscrizione a ruolo.

Ebbene, tale decreto è stato appena emesso e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale [3]. Il tutto in attesa di martedì prossimo, 31 marzo, quando l’iscrizione a ruolo delle procedure esecutive dovrà essere eseguita solo in modalità telematica.

Pignoramento immobiliare

Nella nota bisognerà indicare anche l’importo del precetto, la descrizione del titolo e i dati identificativi del cespite.

Proprio con riferimento ai dati identificativi del bene soggetto a pignoramento, bisognerà riportare: descrizione del bene; tipo di catasto (urbano/terreni); classe/tipologia (A1, A2 e così via); identificazione, vale a dire: sezione, foglio, particella, subalterno, graffato (specificando se dati di catasto o denuncia di accatastamento).

Se l’immobile si trova in un Comune dove vige il sistema tavolare sarà necessario specificare: Comune catastale o censuario; numero di partita tavolare (specificando se informatizzata o cartacea); nella provincia autonoma di Bolzano è obbligatoria l’indicazione della particella fondiaria o della particella edilizia e della particella materiale.

Quanto ai diritti sull’immobile sono indispensabili le indicazioni su: parte (identificazione del debitore), bene (da scegliere tra quelli già indicati perché sottoposti a pignoramento), o unità negoziale, diritto (proprietà, abitazione, usufrutto, dell’enfiteuta e così via), frazione (xx su xxx).

Non in ultimo andranno indicati i dati delle parti: creditore procedente e debitore (che cambiano a seconda se persona fisica o giuridica) e del difensore della parte che iscrive a ruolo.

Pignoramento mobiliare e presso terzi

Anche qui è necessario indicare l’importo del precetto.

Nel pignoramento mobiliare presso il debitore, inoltre, oltre alla descrizione del titolo, serve l’indicazione della tipologia del bene secondo la classificazione già presente nel Siecic, il sistema informativo per le esecuzioni civili individuali e concorsuali.

note

[1] Art. 159 bis disp. att. cod. proc. civ.

[2] Art. 18, co. 2, D.L. n. 132/2014.

[3] Gazz. Uff. n. 68/2015.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI