Conti correnti: al via la portabilità

25 marzo 2015


Conti correnti: al via la portabilità

> Diritto e Fisco Pubblicato il 25 marzo 2015



Trasferimento gratuito del conto corrente entro 12 giorni: risarcimento del danno in caso di ritardo.

Nel decreto sulle banche approvato ieri in via definitiva dal Senato (con voto di fiducia) trova spazio anche la regolamentazione della tanto attesa portabilità dei conti correnti che consentirà agli italiani di trasferire il proprio conto da un istituto all’altro, in tempi risicatissimi, ma soprattutto senza spese o restrizioni all’uscita (come penali e quant’altro). Insomma, totale gratuità dell’operazione.

La banca avrà 12 giorni lavorativi di tempo per evadere la richiesta di trasferimento del conto inoltrata dal cliente, senza che ciò si possa riversare in un aggravio di costi o commissioni.

Se non saranno rispettate queste regole, l’istituto di credito sarà multato con sanzioni anche particolarmente pesanti sotto il profilo economico: si andrà da un minimo di 5.160 euro a un massimo di 64.555 euro. Le multe saranno applicate ai dirigenti e/o ai dipendenti.

La nuova legge non fa che recepire la direttiva Ue in materia bancaria, approvata lo scorso luglio [1].

Gli istituti hanno tre mesi per adeguarsi. Le norme sono valide anche per spostare conti titoli.

Se la multa verrà applicata alla banca inadempiente, al correntista spetterà un indennizzo, ossia un risarcimento del danno da ritardi, i cui limiti quantitativi saranno quantificati dal Ministero dell’Economia con un apposito decreto.

note

[1] Direttiva UE n. 92/2014.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI