Diritto e Fisco | Articoli

Obbligo di sintesi processuale approvato dal Governo

30 Marzo 2015
Obbligo di sintesi processuale approvato dal Governo

Gli atti e le sentenze dovranno essere sintetici, lineari e comprensibili.

In tutta sordina, stando alla notizia battuta questa mattina da Italia Oggi, sul proprio quotidiano (versione cartacea), lo scorso 10 febbraio il Governo ha approvato una norma “asciuga cause”, volta cioè – almeno secondo le intenzioni del legislatore – a ridurre i tempi della giustizia dovuti alla lettura di interminabili (e a volte inutili) atti processuali, scritti in “giuridichese”. L’esecutivo, insomma, ha messo nero su bianco il concetto di sintesi processuale per avvocati e giudici.

Parlare chiaro è una questione di etica della democrazia. Perché se quello che si dice e si scrive è comprensibile, è per tutti”: una frase del magistrato e scrittore Gianfranco Carofiglio, ma sposata integralmente da questo portale, che ne ha fatto la propria filosofia.

Lo stesso spirito è alla base del testo che ha avuto il via libera dal Consiglio dei Ministri, volto a ridefinire il quadro della giustizia in Italia. Tra i vari interventi di riforma che sono stati adottati, viene introdotto anche quello di sintesi processuale: in pratica gli atti del processo – sia che si tratti di atti processuali scritti da avvocati, quanto che si tratti di sentenze e ordinanze redatte invece dai magistrati – dovranno essere sintetici, lineari e comprensibili, tenendo conto anche della velocità del processo telematico.

Sollievo per alcuni avvocati e disappunto per altri. È davvero questo il male che affligge la nostra giustizia?

Rispondi al questionario qui sotto.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube