Diritto e Fisco | Articoli

Pensione di reversibilità: a chi spetta e in quale misura

6 Aprile 2015 | Autore:
Pensione di reversibilità: a chi spetta e in quale misura

Prospetto, utile ai parenti superstiti, per conoscere a chi spetti, ed in quale percentuale, la pensione del congiunto deceduto.

Sono talora ignote le regole che stabiliscono i soggetti che possono beneficiare della cosiddetta pensione indiretta o di reversibilità. Ed allora, per rendere chiaro il quadro, ecco questo breve quadro di sintesi, rinviando per una trattazione più completa alle nostre guide “La pensione ai superstiti: guida pratica” e “Pensione di reversibilità: come funziona“. Occorre innanzitutto distinguere tra:

pensione indiretta (che è quella che sarebbe spettata all’assicurato deceduto);

pensione di reversibilità (che è quella già liquidata all’assicurato prima del suo decesso).

L’importo di entrambe è stabilito in una quota percentuale rispetto a quella che avrebbe dovuto percepire o già percepiva il soggetto deceduto.

Sinteticamente, la quota spettante è:

– del 60% al coniuge (in assenza di figli);

– dell’80% al coniuge e un figlio;

– del 100% al coniuge in presenza di due o più figli.

In assenza invece del coniuge, le quote delle pensioni di riversibilità e indiretta spettano a figli, fratelli, sorelle o genitori del deceduto e sono le seguenti:

un solo figlio (minore, studente o inabile): 60% per le pensioni aventi decorrenza anteriore al 1° settembre 1995; 70% per quelle decorrenti dal 1° settembre 1995;

due figli soli: 80%;

tre o più figli soli: 100%;

un genitore solo: 15%;

due genitori soli: 30%;

un fratello o sorella: 15%;

due fratelli o sorelle: 30%;

tre fratelli o sorelle: 45%;

quattro fratelli o sorelle: 60%;

cinque fratelli o sorelle: 75%;

sei fratelli o sorelle: 90%;

sette fratelli o sorelle: 100%.

Ovviamente ove concorrano figli con genitori e con fratelli la somma delle quote non potrà superare nel totale il 100% dell’importo della pensione percepita o che avrebbe percepito il parente deceduto.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. Spiegazione chiara, ma a mio avviso non completa poichè non tratta il caso di persone divorziate

  2. Brava, la stessa cosa che stavo pensando io. Inoltre le variabili sono parecchie:
    causa di separazione in itinere per colpa;
    regime di separazione;
    regime di divorzio;
    (prima della separazione/divorzio): regime di comunione dei beni;
    (prima della separazione/divorzio): regime di separazione dei beni;
    conseguenze in questi casi in presenza di testamento olografo;
    ecc…

  3. Sarebbe interessante e ci sarebbero molte sorprese che gli italiani non sanno, se faceste un approfondito articolo sulle pensioni di reversibilità dei parlamentari nazionali e regionali

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube