Diritto e Fisco | Articoli

Avvocati: nuove forme di pubblicità del codice deontologico

6 Aprile 2015
Avvocati: nuove forme di pubblicità del codice deontologico

Novità pubblicate sempre sul sito del Consiglio dell’Ordine, del CNF e della Cassa Forense.

Sulla Gazzetta Ufficiale del 2 aprile scorso [1] è stato pubblicato il decreto del Ministro della Giustizia [2] che regolamenta nuove forme di pubblicità del codice deontologico forense e dei suoi aggiornamenti emanati dal Consiglio Nazionale Forense in attuazione dell’ultima legge professionale [3].

Come noto, alla disciplina dell’ordinamento forense provvede il Ministro della Giustizia, mediante l’adozione di regolamenti, nella forma di decreti ministeriali, previo parere del CNF e, per le sole materie di interesse di questa, della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza forense.

Il nuovo decreto, però, introduce una novità sostanziale per quanto attiene alle forme di pubblicità delle future modifiche al codice deontologico e dei relativi aggiornamenti: da oggi in poi, ogni futuro provvedimento relativo a tale materia dovrà, entro 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, essere pubblicato altresì sul sito internet del CNF, della Cassa nazionale di previdenza e assistenza forense e dei consigli degli ordini forensi circondariali.

In buona sostanza, per verificare gli aggiornamenti deontologici non ci sarà solo la Gazzetta Ufficiale, ma anche i siti delle istituzioni rappresentative degli avvocati e della relativa Istituzione previdenziale.

Queste ulteriori forme di pubblicità, ormai rese obbligatorie, non muteranno i tempi di entrata in vigore del codice deontologico che restano quelli fissati dalla legge professionale [4]: in particolare, il codice deontologico entra in vigore decorsi sessanta giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.


note

[1] Gazz. Uff. n. 77 del 2.04.2015.

[2] Decr. n. 38/2015 Ministero della Giustizia.

[3] Ai sensi dell’art. 3, comma 4, l. n. 247/2012.

[4] Art. 3, comma 4 legge n. 247/2012.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube