La notifica della separazione tramite Facebook

8 Aprile 2015
La notifica della separazione tramite Facebook

Messaggio privato sul profilo del social network e l’utente trova la citazione in tribunale.

Aprire la propria pagina Facebook e, invece di trovare svago e relax, ricevere atti giudiziali con citazioni a comparire in tribunale: lo stress della realtà quotidiana può raggiungere anche i socials? Si, se abiti a New York. Infatti, la Corte Suprema dello Stato di New York ha appena stabilito che, da oggi, sarà valida una citazione di divorzio inviata tramite un messaggio privato di Facebook.

Gli Stati Uniti si stanno avviando a una forma di “processo telematico” più easy rispetto al nostro. Prima sono state ammesse le notifiche a mezzo di email, ora invece è il turno dei social network. Il messaggio privato su Facebook è il modo più facile per contattare una persona perché trovarla a casa o in ufficio diventa sempre più difficile? Bene, non ci sono problemi per il mondo legale americano, informale e sempre “avanti coi tempi”: perché da oggi la consegna della citazione potrà avvenire anche con un messaggio in privato.

Ma come assicurarsi che il titolare dell’account sia realmente la persona citata e non un “fake”? Secondo i giudici dello Stato di New York il problema si risolve imponendo al querelante di presentare una dichiarazione giurata che assicuri che l’account si riferisce realmente al querelato. Nel caso specifico, la moglie aveva provato attraverso alcune fotografie postate su Facebook che quell’account apparteneva davvero all’ex marito.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube